Nainggolan sempre più leader. Spalletti: «La belva ha reagito»

Il Ninja sta diventando il simbolo della squadra giallorossa e il tecnico se lo coccola: “Questa sera dorme nel letto con me”

di Redazione, @forzaroma

Se c’era da dare una risposta alle polemiche nate dopo il video pubblicato a tradimento dagli “sciacalli” nel quale Nainggolan ammette di odiare la Juventus, il Ninja lo ha fatto sul campo. Con la fascia da capitano al braccio ha segnato il gol che ha sbloccato le marcature, che ha permesso alla Roma di scavalcare nuovamente il Napoli.

Il belga è sempre più il simbolo della squadra di Spalletti, intanto il tecnico se lo gode e dichiara: «Secondo me è un centrocampista fortissimo, un top player. Se continua ad essere in questa condizione fisica e mentale, può veramente darci una mano importante».

«Per me non è nemmeno un caso – ammette l’allenatore giallorosso tornando sul discorso legato al video anti-Juve -. Che lui voglia rimanere alla Roma l’ha sempre detto, non vuole andare a giocare per altri club. È troppo buono e disponibile, anche se i calciatori devono sapere che vivono in una sorta di Grande Fratello, con telecamere che li riprendono ovunque. In quello bisogna essere un po’ più maturi ma lui è stato bravissimo a reagire in campo: se lo stimoli, la belva reagisce. La serata libera? Per quasi tutti,Radja dormirà nel letto matrimoniale con me, guarderemo le altre partite».

Spalletti ha dovuto vedersela, nel senso letterale del termine, con alcuni tifosi del Crotone che lo insultavano da dietro la panchina. Ai quali il tecnico ha risposto semplicemente con un gioco di sguardi: «Io non rompo le scatole a nessuno, guardo la partita e sto lì buono. Dopo 40’ mi sono messo a disposizione, se mi devi insultare, fallo, dimmi quello che ti pare. Mi sono messo lì davanti, ho cercato di agevolare la sua voglia di insultarmi, gli ho dato la mia disponibilità».

«Abbiamo avuto il totale controllo della gara, – prosegue Spalletti – ci siamo creati alcune difficoltà col rigore sbagliato, però poi l’abbiamo ripresa. Il fatto che Dzeko l’abbia voluto calciare è sintomo di personalità, ma ne abbiamo tanti di rigoristi».

Giovedì si torna in Europa. C’è il Villarreal in Europa League. «Una buona squadra, mi aspetto una partita difficile su un campo difficilissimo, ci sono delle similitudini ambientali con Crotone. Anche per questo per noi era importante vincere».

(G.Piacentini)
0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy