Ma si può sognare solo Zaniolo?

Ma si può sognare solo Zaniolo?

Il tifoso non sa che fare. Esaltarsi? Affezionarsi? Avere paura? L’unica risposta la può dare il presidente James Pallotta

di Redazione, @forzaroma

Ma non sarà stato troppo bravo?  La doppietta di Nicolò Zaniolo ha rivelato al mondo quello che a Roma si sapeva già: il ragazzino ha le stimmate del predestinato, scrive Luca Valdiserri sul Corriere della Sera.

Il segreto, adesso, è sotto gli occhi di tutti. Compresi i big club che possono staccare un assegno a tre cifre. Non era meglio se ne segnava uno solo? Maledetto il palo che ha respinto il tiro di Dzeko proprio sui piedi di Nicolò, anziché finire in rete. Nei commenti del dopo gara si è sentito anche questo.

Il passato direttore sportivo, Walter Sabatini, ci ha detto che non bisogna affezionarsi ai calciatori: oggi sono qui, domani chissà. E il direttore sportivo in carica, Monchi, ha detto alla sua presentazione che era venuto a Roma per vincere e non per vendere, ma adesso Salah e Alisson giocano con la maglia del Liverpool.

Così il tifoso non sa che fare. Esaltarsi? Affezionarsi? Avere paura? L’unica risposta la può dare il presidente James Pallotta. La Roma di Franco Sensi costruì una squadra da scudetto intorno a Totti.

Si può fare anche con Zaniolo? Affezionarsi, in fondo, è meraviglioso.

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy