Lo Spauracchio contro i capitani “contagiosi”

A strapazzare la Roma vista a Bologna basterebbe il sagomato di Messi. La squadra di Di Francesco dovrà puntare su Alisson, Fazio, Kolarov, De Rossi e Dzeko su tutti

di Redazione, @forzaroma

Hai voglia a dirti che lo Spauracchio ha una testa, due gambe, di cui una forse menomata, due piedi, anzi uno, il sinistro, come tutti i comuni mortali calcianti. A strapazzare la Roma vista a Bologna basterebbe il sagomato di Messi, scrive Giancarlo Dotto su “Il Corriere della Sera“. Il Camp Nou può diventare l’inferno, puoi perdere la strada di casa e restare nella terra di nessuno ad abbaiare alla luna, come è capitato al cane di Perotti a Casal Palocco, e speriamo non si tratti di una fosca allegoria di quanto succederà domani sera.

Non avendo la certezza del gioco, la Roma dovrà puntare una volta di più sui suoi capitani contagiosi. Alisson, Fazio, Kolarov, De Rossi e Dzeko su tutti. Barcellona come Londra. L’assenza di Nainggo sarebbe, in questo senso, una disgrazia insopportabile e non compensabile. Monchi, mai così loquace come in questa lunga vigilia, dice che la Roma dovrà affidarsi alla sua filosofia. La speranza è che ne abbia una.

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy