La Roma non reagisce più. Fonseca: “La Champions non ancora compromessa”

La Roma non reagisce più. Fonseca: “La Champions non ancora compromessa”

Atalanta in fuga ma il tecnico non si arrende: “Devo lavorare sulla testa dei giocatori, riusciremo a superare questo periodo”

di Redazione, @forzaroma

Alla Roma, forse, rimane solo l’Europa League. Con la sconfitta per 2-1 a Bergamo, la formazione giallorossa dice virtualmente addio al quarto posto: ora sono 6, e con entrambi gli scontri diretti persi, i punti che dividono la Roma dalla squadra nerazzurra. Quella di ieri è la terza sconfitta consecutiva in campionato, la quinta nelle ultime sette in Serie A, anche se meno netta rispetto a quelle con Sassuolo e Bologna: dopo la vittoria a Firenze che aveva consentito ai giallorossi di chiudere il 2019 ad un punto dal terzo posto della Lazio, nel 2020 sono arrivati solo 4 punti in 7 partite, scrive Gianluca Piacentini sul “Corriere della Sera”. Numeri di un fallimento che portano la Roma indietro di 12 mesi: un anno fa esatto, a questo punto del campionato, la squadra allenata da Di Francesco aveva due punti in più rispetto a quella di Fonseca, 41 contro 39.

La corsa al quarto posto è compromessa, ma non per il tecnico. “Mancano 14 partite, credo che sia possibile, è difficile ma in questo campionato si possono perdere punti contro tutti. Non è una questione fisica, nelle ultime due partite abbiamo corso di più, con più intensità, siamo ripartiti spesso. Dobbiamo credere che possiamo superare questo momento, è difficile spiegare quello che stiamo vivendo, in questo periodo ogni tiro che subiamo è un gol. Con queste prestazioni torneremo presto a vincere, abbiamo lavorato molto bene e speriamo di vincere la prossima partita”.

Non è servito a niente l’undicesimo gol in campionato, il quattordicesimo in stagione, di Edin Dzeko. Per l’attaccante bosniaco, alla quarta marcatura nelle ultime cinque partite in campionato, quella di ieri sera è stata la rete numero 102 in maglia giallorossa, la quinta all’Atalanta che è la sua vittima preferita in Serie A, a meno uno nella classifica all time della storia romanista da Vincenzo Montella, presente ieri sera in tribuna a Bergamo.

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy