La Roma frena per Mancini e adesso riflette su Veretout

La Roma frena per Mancini e adesso riflette su Veretout

Petrachi tiene in stand-by due trattative di mercato. Potrebbe riaprirsi, a sorpresa, la pista cinese per Stephan El Shaarawy

di Redazione, @forzaroma
veretout

Un incontro interlocutorio. È quello che filtra dopo il summit di mercato che c’è stato ieri tra il d.s. della Roma Petrachi, che oggi alle 16 sarà presentato ufficialmente con una conferenza stampa a Trigoria, e la Fiorentina. Argomento: Jordan Veretout.

Il centrocampista francese ha già un accordo – 3 milioni netti a stagione compresi i bonus – con i giallorossi, che sono ancora in vantaggio rispetto al Milan, come riporta il Corriere della Sera. La Fiorentina ha ribadito la richiesta fatta due giorni fa a Massara e Maldini, cioè 25 milioni di euro “cash”, senza contropartite tecniche. Questo ha un po’ frenato Petrachi, che invece avrebbe voluto inserire alcuni calciatori come Defrel, visto che è tramontata la trattativa col Cagliari per Barella, o Karsdorp.

Dopo il rifiuto viola, il d.s. giallorosso si è preso un po’ di tempo per decidere la strategia. Situazione di stallo anche per un’altra trattativa che vede protagonista il d.s. romanista, quella con l’Atalanta per Gianluca Mancini. Ieri mattina radio mercato dava ad un passo il passaggio in giallorosso del difensore rivelazione dell’ultimo campionato, ma in serata è arrivata la frenata da parte della Roma. La richiesta di 30 milioni da parte dell’Atalanta è reputata troppo alta dai dirigenti giallorossi, fermi ad una ventina. er questo la Roma continua a tenere viva la pista che porta a Marc Bartra del Betis Siviglia, che Petrachi incontrerà nelle prossime ore nel tentativo di chiudere la trattativa per Pau Lopez.

Potrebbe riaprirsi, a sorpresa, la pista cinese per Stephan El Shaarawy, con lo Shangai Shenua pronto a salire fino ai 20 milioni di euro chiesti inizialmente dalla Roma.

Il Marsiglia ha proposto alla Roma un clamoroso scambio: Nzonzi per il ritorno di Kevin Strootman. A Trigoria non hanno detto no, ma per il momento non ci sono le giuste condizioni economiche.

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy