La Roma fa felice Di Francesco. Con il Bologna ci pensa El Shaarawy

Prosegue il turnover: ieri 8 cambi rispetto alla formazione vista col Crotone

di Redazione, @forzaroma

Eusebio Di Francesco aveva chiesto alla Roma 6 punti nel doppio impegno casalingo contro Crotone e Bologna e 6 punti sono arrivati. Sono sette partite di campionato su dieci senza subire gol (miglior difesa), con tanto di abbondante turnover: ieri otto cambi su dieci rispetto alla squadra che aveva giocato mercoledì sera contro il Crotone. Si fa prima a dire chi è rimasto: Fazio e Dzeko, più il portiere Alisson. Un 80% da record.

La vittoria contro il Bologna è comunque importante per almeno tre motivi, scrive Luca Valdiserri su “Il Corriere della Sera“: 1) per la prima volta Di Francesco ha rinunciato a Kolarov; 2) il tecnico ha avuto buone risposte da Florenzi come terzino destro e, inaspettatamente, anche da Bruno Peres schierato a sinistra contro Verdi; 3) è tornato al gol El Shaarawy, con un bellissimo tiro al volo di sinistro. Donadoni ha provato a mettere in difficoltà la Roma, mandando Di Francesco junior a fare la punta centrale, con Petkovic spostato a destra e Verdi dirottato a sinistra. Al Bologna, però, è mancato tantissimo Palacio. La Roma, martedì, affronterà il Chelsea in una gara che può già essere decisiva per la qualificazione agli ottavi di Champions e lo farà con un ossimoro: una squadra fresca ma decimata dagli infortuni contro un grande avversario. Il problema in campionato, invece, è che nessuna delle prime perde punti e, così, diventa difficile recuperare terreno. Lo si potrà fare solo negli scontri diretti, ma per vincerli servirà qualcosa in più.

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy