La Roma e il calciomercato della non riparazione. Adesso Fonseca è nei guai

La Roma e il calciomercato della non riparazione. Adesso Fonseca è nei guai

L’ultimo mercato di riparazione dei giallorossi è stato sui generis perché non ha riparato nulla. Eppure le emergenze erano chiare

di Redazione, @forzaroma

La Roma di Fonseca, nel 2020, ha conquistato 4 punti su 15 disponibili e venerdì sera, nell’anticipo contro il Bologna, dovrà andare in campo con una formazione di totale emergenza. Il risultato finale di questa stagione – tra quarto e quinto posto ballano almeno 50 milioni – influenzerà anche la prossima, ovvero la prima dell’era-Friedkin. L’ultimo mercato di riparazione della Roma è stato sui generis perché non ha riparato nulla. Eppure le emergenze erano chiare. Senza Zaniolo – sottolinea ‘Il Corriere della Sera’ – il 4-2-3-1 è diventato in fase difensiva di carta velina e in fase offensiva meno esplosivo. Diawara, che continuerà la terapia conservativa e sarà rivalutato tra 10 giorni, si è lesionato il menisco esterno del ginocchio sinistro il 22 gennaio. Mkhitaryan è rientrato in gruppo ieri, ma dal 12 dicembre ha giocato 55 minuti. Pastore ha fatto l’ultima da titolare il 10 novembre e poi ha giocato solo il recupero del derby del 26 gennaio, ma resta la soluzione più probabile per sostituire lo squalificato Pellegrini contro il Bologna. Veretout ha saltato parte della preparazione e poi ha giocato 28 partite quasi tutte per 90 minuti. Cristante da quando è rientrato il 12 gennaio è stato utilizzato 378 minuti su 450. Cercare un centrocampista “pronto” sarebbe stato il minimo, invece è arrivato Villar, promettente ma con la sola esperienza della serie B spagnola.

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy