La Raggi fa catenaccio sullo stadio della Roma. Il Valencia cerca Florenzi

La Raggi fa catenaccio sullo stadio della Roma. Il Valencia cerca Florenzi

C’è ancora stallo nella trattativa Friedkin-Pallotta. Oggi la permanenza del capitano a Roma sembra più probabile

di Redazione, @forzaroma

Le feste natalizie non fermano la Roma, dal calciomercato alle trattative per la cessione della società, scrive Luca Valdiserri sul Corriere della Sera.

Paulo Fonseca ha detto chiaramente che non sarà facile rafforzare questa squadra al mercato di riparazione. La situazione del bilancio, che non permette sogni, rafforza ancora più l’affermazione. Si cerca il vice Dzeko, ma prima bisogna liberarsi del contratto oneroso di Kalinic (2,4 milioni netti) e non è impresa semplice.

La situazione che è cambiata di più è quella di Alessandro Florenzi, che, dopo tante panchine consecutive, ha giocato le ultime tre partite da titolare e la sua permanenza a Roma sembra più probabile. È arrivata un’offerta dal Valencia, pronto a prendere il terzino in prestito con obbligo di riscatto in caso di qualificazione alla prossima Champions League o di raggiungimento della semifinale in questa edizione. Prezzo: 15 milioni che possono salire a 18 con facili bonus. Il Valencia pagherebbe l’intero ingaggio fino al 30 giugno.

Continuano negli States le trattative tra Dan Friedkin e James Pallotta sul pacchetto di maggioranza del club giallorosso, che si erano bloccate per le richieste dell’attuale presidente.

Intanto la sindaca di Roma Virginia Raggi, nel discorso di Natale in Campidoglio, tenuto in presenza della stampa, non ha menzionato il tema dello stadio di proprietà della Roma a Tor di Valle. L’impianto è un tema sensibile riguardo al prezzo. Friedkin ha messo nell’offerta le spese sostenute finora per il progetto (80 milioni circa), Pallotta vuole dare per assodata la costruzione, visto che la convenzione è praticamente chiusa. In aula, però, arriverà solo a marzo. 

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy