La bestemmia dopo l’autogol: Cristante squalificato, giovedì salterà Roma-Torino

Kumbulla ko, Smalling torna titolare e si cerca di recuperare Mancini

di Redazione, @forzaroma

L’autogol non ha intralciato la marcia trionfale della Roma a Bologna, però ha avuto un effetto collaterale in vista della partita di giovedì sera contro il Torino: Cristante è stato squalificato per una giornata dal Giudice Sportivo per “aver pronunciato un’espressione blasfema, individuabile e udibile senza margini di ragionevole dubbio, al 23’ del primo tempo“, come riporta Luca Valdiserri sul Corriere della Sera.

In estrema sintesi: una bestemmia subito dopo aver mandato il pallone nella propria porta con un intervento maldestro. La squalifica non è appellabile, essendo di una sola giornata, e la Roma non può parlare di scambio di persona.

La decisione è arrivata attraverso la prova televisiva che, secondo il Giudice Sportivo, “è di piena garanzia tecnica e documentale”. Fonseca dovrà fare a meno di Cristante ma anche di Kumbulla, che è uscito per un problema muscolare nel secondo tempo. Oggi gli esami medici per l’albanese: si spera che non abbia già chiuso il suo 2020. Insieme a Ibanez ci sarà di sicuro Smalling, e lo staff medico giallorosso cercherà di recuperare anche Mancini. Altrimenti toccherà a uno tra Juan Jesus (favorito) o Fazio.

 

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy