Il calcio precario: 130 giocatori sospesi

Servono deroghe e molti riscatti potrebbero saltare: cambia il mercato

di Redazione, @forzaroma

Se davvero “andrà tutto bene”e il campionato potrà ripartire è facile ipotizzare che
lo scudetto sarà assegnato d’estate, scrivono Alessandro Bocci e Filippo Bonsignore sul Corriere della Sera.

Questo vuol dire dover giocare oltre il 30 giugno ed estendere quindi la durata dei contratti dei giocatori in prestito o in scadenza, cosa che si sta discutendo nella Fifa. In Serie A sono 130 i calciatori in sospeso.

Tra questi ci sono quelli in scadenza a giugno che vanno da Ibrahimovic a Buffon, da Callejon a Mertens, da Lulic a Palomino, da Palacio a De Silvestre. Per non parlare degli allenatori Nicola, De Zarbi, Di Biagio, Longo, Gotti e Juric. Tra i giocatori in prestito Nainggolan, del quale dovranno discuterne Cagliari e Inter.

La Roma punta a far suo Smalling dallo United e deve fronteggiare le situazioni di Florenzi e Shcick, ceduti a titolo temporaneo rispettivamente al Valencia e al Lipsia.

C’è infine un’altra nutrita categoria costituita da chi ora è in prestito e dal 1° luglio è sicuro di rimanere in virtù dell’obbligo di riscatto: ad esempio nella Roma Mancini, Veretout e Carles Perez.

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy