Iago, gol e qualità: talento ancora in cerca di consacrazione

È stato uno dei protagonisti nel Genoa di Gasperini, che ne ha valorizzato le caratteristiche di esterno rapido e di qualità, che può giocare su entrambe le fasce e all’occorrenza può fare la seconda punta

di Redazione, @forzaroma

Se a 25 anni sei già stato in alcune delle squadre più importanti del pianeta, significa che in molti ti riconoscono delle qualità. Che poi tu non le abbia ancora messe tutte in mostra, quello è un altro discorso. Iago Falque è nato a Vigo nel 1990, sua madre Carmela Silva è senatrice e portavoce del Psoe, il partito socialista operaio spagnolo.

 

Dopo un inizio nel Real Madrid, prima di passare per Barcellona, Juventus, Tottenham, Southampton, Almeria e Rayo Vallecano – Iago Falque ha iniziato finalmente a far vedere le sue doti in serie A. È stato uno dei protagonisti nel Genoa di Gasperini, che ne ha valorizzato le caratteristiche di esterno rapido e di qualità, che può giocare su entrambe le fasce e all’occorrenza può fare la seconda punta. Preziosi lo ha pagato un milione di euro, lo rivenderà a dieci volte tanto. Merito di una stagione di alto livello, in una squadra in cui tutto ha girato per il verso giusto.
Non è il centravanti che sta cercando la Roma, ma può aiutare la formazione giallorossa a risolvere il problema del gol: il suo «score» stagionale parla di 13 reti (e 5 assist): Ljajic (8), Iturbe (2), Gervinho (2) e Florenzi (5), cioè tutti gli esterni che Garcia ha avuto a disposizione nella scorsa stagione, insieme in campionato ne hanno realizzati solo 4 in più. Se si ripeterà, dopo tanto peregrinare in giro per il mondo potrà finalmente fermarsi nella Capitale.

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy