Heinze spaventa Luis Enrique: non si è allenato oggi il provino

di Redazione, @forzaroma

(Corriere della Sera – G. Piacentini) – Abbondanza in attacco e emergenza in difesa per la gara contro il Milan (arbitra Mazzoleni).

 

È paradossale la situazione della Roma, che partirà oggi per Milano. Luis Enrique, con Osvaldo e Borini probabili titolari, dovrà lasciare in panchina due tra Totti (ristabilito e favorito per scendere in campo), Bojan e Lamela. In difesa, invece, avrà meno scelta. Persi fino al termine della stagione Burdisso e Juan, ieri per il secondo giorno consecutivo non si è allenato in campo Heinze, alle prese con un problema all’anca sinistra che si porta dietro da Palermo e che è peggiorato dopo la partita contro il Genoa. Ieri l’argentino ha lavorato in palestra e svolto fisioterapia. Oggi il provino decisivo, con il giocatore che farà di tutto per esserci. Se Heinze non dovesse farcela, l’unica soluzione è spostare De Rossi al centro della difesa, come è già successo contro la Juventus. Il centrocampista ieri si è allenato nonostante il dolore al tallone non sia del tutto scomparso. Il suo arretramento in difesa però aprirebbe un buco a centrocampo, dove rientrerà Pjanic, e al suo posto giocherebbe Gago, con Greco, Marquinho e Simplicio in lizza per la terza maglia.

Della Roma del futuro ha parlato a Rete Sport il d.s. Walter Sabatini: «Per integrare l’organico abbiamo bisogno di due o tre giocatori di livello. Non ripeteremo un mercato con 12 acquisti come lo scorso anno, dobbiamo puntare sulla qualità più che sulla quantità. Poi ci saranno anche dei ragazzi, come abbiamo fatto quest’anno. Borriello? È un’opzione libera, la Juve non ha obblighi. Il mio futuro? Resterò fino a quando la Roma lo vorrà».

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy