Ha vinto Zeman: in ritiro solo chi serve davvero

di Redazione, @forzaroma

(Corriere della Sera – G.Piacentini) – «A Irdning si fa sul serio, per questo voglio una rosa ristretta, quella definitiva». In Austria — la squadra è arrivata ieri mattina e nel pomeriggio ha sostenuto il primo allenamento, assenti Dodò e Castan, differenziato per Bojan eBradley — Zdenek Zeman ha portato 23 calciatori, portieri compresi.

Il numero ideale per affrontare una stagione in cui i giallorossi non dovranno giocare le coppe europee, il giusto mix tra giocatori di esperienza e giovani di prospettiva. A casa sono rimasti in tanti, ma la società ha voluto supportare in tutto e per tutto le richieste del tecnico boemo, cosa che non era riuscita a fare con Luis Enrique, che sulla gestione del gruppo non aveva idee molto differenti da quelle di Zeman. […]

La seconda Roma americana, invece, in accordo con l’allenatore, sta completando una rivoluzione — gli unici superstiti della formazione titolare di due stagioni fa sono Francesco Totti, Daniele De Rossi e NicolasBurdisso — partita da lontano. La differenza con lo scorso anno, quando per i ritardi dovuti al passaggio di proprietà della società si è partiti in grave ritardo, è tanta. Basti pensare che l’estate scorsa, nell’ultima settimana di mercato, sono arrivati Osvaldo, Pjanic, Borini, Kjaer e Gago e che Lamela non si è visto prima di settembre perché era impegnato con l’Argentina nel Mondiale Under 20.

A poco più di tre settimane dall’inizio del campionato, invece, Zeman avrà a disposizione 11 giorni di ritiro per lavorare in tutta tranquillità con Castan, Destro, Balzaretti, Panagiotis, Bradley, Piris e De Rossi (assente a Riscone e negli Stati Uniti), che avranno la possibilità di immergersi fin da subito nelle geometrie del gioco del boemo.

Un vantaggio da mettere a frutto, in attesa degli ultimi rinforzi — un esterno destro e un centrale di difesa — che potrebbero arrivare. Operazioni da fare a prescindere dalle cessioni, che ci saranno. Sono già partiti Juan, Curci, Simplicio, Greco, oltre agli svincolati Cicinho e Cassetti ma tutti i calciatori che sono rimasti a lavorare a Trigoria non fanno parte del progetto tecnico e sono sul mercato. […]

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy