Gervinho sogna: a cena da Obama

di finconsadmin

(Corriere della Sera – G.Piacentini) – «Per lo scudetto sarà una corsa a due, perché la terza è a 12 punti dalla vetta, una distanza quasi incolmabile a 17 giornate dalla fine». Morgan De Sanctis, rappresentante romanista alla riunione tra arbitri, allenatori, capitani e dirigenti, crede nella Roma e taglia fuori la sua ex squadra, il Napoli. «A Verona dovevamo dare un segnale, dopo i pareggi di Juve e Napoli, ed è arrivato. I bianconeri hanno un vantaggio importante, ma noi dobbiamo rimanere concentrati sul nostro lavoro. La Coppa Italia? Vorremmo essere la prima squadra italiana ad indossare la stella d’argento».  L’altro uomo copertina, in casa giallorossa, è Gervinho.

 

L’ivoriano ha parlato al Daily Mail: «Non c’è cosa più bella che vincere i grandi trofei. Per questo ero andato all’Arsenal, ma non mi hanno dato il tempo di dimostrare il mio valore. Con la Roma ho questa possibilità, nel presente e nel futuro. Il mio sogno? Andare a cena con Obama». Sul fronte mercato, ancora nessuna novità sul difensore centrale: Sabatini potrebbe fare un ultimo tentativo per Paletta, dichiarato incedibile dal Parma, prima di ripiegare su Heitinga, che sta prendendo tempo con il Galatasaray perché aspetta la Roma. Sanabria, costato circa 4,5 milioni più una percentuale sulla prossima vendita da girare al Barcellona, sosterrà oggi le visite mediche con il Sassuolo, dove rimarrà in prestito fino al termine della stagione. Attesa a ore l’ufficialità del prestito (con diritto di riscatto per la metà) di Marquinho al Verona.

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy