Garcia si arrende «Siamo favoriti e accetto la sfida»

Qualcuno teme che l’eccellente stagione passata sia difficile da ripetere, soprattutto sotto l’aspetto della concentrazione. Il tecnico francese tiene alta la guardia.

di finconsadmin

L’amichevole di Vienna contro il Wiener SK (terza divisione austriaca, ore 19, diretta tv su Roma Channel) chiude il ritiro precampionato giallorosso. Prima del debutto contro la Fiorentina, sabato 30 agosto alle 20.45, la Roma giocherà ancora due amichevoli: la presentazione della squadra all’Olimpico, contro i turchi del Fenerbahce, il 19 agosto, e la trasferta ad Atene, contro l’Aek, il 23. 

 


È il momento, per Rudi Garcia, del bilancio dopo la pesantissima tournée americana e la bagnata settimana austriaca: «I giocatori sono stati bravi ad adattarsi alle situazioni e a lavorare al meglio per essere pronti il 30 agosto. A volte pensi che tutto sia andato bene e non è vero; altre volte credi di essere nei problemi e invece, poi, funziona tutto. Mi fido di questo gruppo». 
L’opinione di Rudi è diversa, considerando che la Juve esce da tre scudetti consecutivi («Siamo degli outsider»), ma l’allenatore francese si arrende al proclama, con un importante distinguo: se la società riuscirà a tenere questa rosa – quindi con Benatia – fino al 2 settembre: «Mi va bene fare il favorito, come dite voi, perché vedo che molti tra i miei giocatori sono pronti a raccogliere questa sfida. È importante aver mantenuto la rosa dell’anno scorso, con alcuni miglioramenti. I giocatori sanno già cosa devono fare e i vecchi aiutano i nuovi a inserirsi». 

 


Qualcuno teme che l’eccellente stagione passata sia difficile da ripetere, soprattutto sotto l’aspetto della concentrazione. Garcia tiene alta la guardia con una delle sue famose frasi a effetto: «Se vedrò l’acqua troppo calma, scatenerò il temporale. Abbiamo due giocatori per ogni ruolo e questo è positivo perché crea la giusta concorrenza e perché avremo per tre volte serie di sette partite in ventidue giorni. Serviranno tutti». 

 


Inevitabile un passaggio su Benatia e sul mercato: «Un giorno leggo che al 99% andrà via dalla Roma e il giorno dopo che rimane di sicuro. Un giorno cerco un suo sostituto e quello dopo mi riposo. Divertente. Su come la penso lo sapete tutti, perché l’ho già detto più volte». 

 


Questa mattina la Roma farà un ultimo allenamento, a porte chiuse, a Bad Waltersdorf. Ieri, oltre ai lungodegenti Balzaretti e Strootman, non si sono allenati in gruppo Maicon, Florenzi, Ljajic e De Rossi (distorsione alla caviglia).La squadra ripartirà per Roma subito dopo la partita con un volo charter. 

 


Molto sollecitato in questi giorni Salih Uçan, che Garcia prova sempre nel ruolo di vice Pjanic. Anche il turco ha fatto una promessa: «Se vinco il derby mi taglio i capelli. Ma poco». 

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy