Friedkin atterra sulla Roma: “Tanto lavoro e fiducia: insieme faremo grandi cose”

Nei piani di Dan e Ryan l’affitto di due case: niente albergo “alla Pallotta”

di Redazione, @forzaroma

È iniziata davvero l’era di Dan e Ryan Friedkin a Roma. Il presidente giallorosso e suo figlio sono sbarcati mercoledì nella Capitale in gran segreto, scrive Gianluca Piacentini sul “Corriere della Sera”: la voce della loro presenza si rincorreva da tempo e due giorni fa erano stati avvistati a Venezia alla Mostra del Cinema, ma fino a ieri pomeriggio nessuno ne aveva certezza. Invece i Friedkin non solo sono arrivati a Roma, ma ieri sono andati a Trigoria a conoscere Paulo Fonseca e i calciatori (hanno anche assistito ad una parte dell’allenamento della prima squadra e di una formazione del settore giovanile che stava lavorando su un campo adiacente), con tanto di messaggio di sostegno diretto a Nicolò Zaniolo, che domenica prossima si opererà in Austria.

Pur non essendo molto amanti delle telecamere i Friedkin sanno che, almeno all’inizio del loro soggiorno romano, tutte le attenzioni dei tifosi giallorossi saranno incentrate su di loro e sanno anche che una loro presenza costante nella Capitale – sarà Ryan il vero punto di riferimento – sarà il vero elemento di discontinuità con la presidenza di James Pallotta. Tanto da decidere di affittare due case, evitando le stanze di albergo.

Un’altra novità è che i Friedkin, ieri, hanno scambiato anche qualche parola in italiano. “Siamo felici di essere qui. Sappiamo che la Roma ha una grande tradizione e vogliamo fare grandi cose. Sappiamo che ci sono da risolvere dei problemi e abbiamo intenzione di lavorare seriamente. Voi mettete in campo tutto il vostro impegno. Abbiamo fiducia in voi”. E a Fonseca: “Insieme speriamo di fare grandi cose”. 

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy