Francesco torna bambino per zia Teresa. La dedica più triste dopo il rigore “perfetto”

Il capitano ha dedicato il suo gol alla zia che rischia di perdere in queste ore

di Redazione, @forzaroma

«Non so se sia una bella dedica… Purtroppo sto perdendo mia zia Teresa, spero che questo avvenga più tardi possibile. Dedico questo gol a lei, anche se so che non servirà a niente».

Gli occhi pesanti e la voce rotta dall’emozione, davanti alle telecamere di Roma Tv che lo intervistavano dopo Roma-Sampdoria. Solo chi non conosce bene Francesco Totti è rimasto sorpreso dalla dedica che il capitano giallorosso ha fatto domenica pomeriggio a fine partita. Il dito che indicava il cielo dopo il rigore che ha regalato tre punti importantissimi alla Roma era per sua zia Teresa, a cui è andato a fare visita, insieme al figlio Cristian e al resto della famiglia, dopo la gara. Un gesto che esprime tutta la tenerezza, nel mezzo di un pomeriggio dalle emozioni forti, da parte di un ragazzo di quaranta anni che ha voluto omaggiare in un momento così delicato una persona che ha accompagnato la sua adolescenza.

G.Piacentini

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy