Florenzi-Psg: prestito senza plusvalenza

L’esterno ha avuto una chiacchierata franca con Fonseca, in cui il tecnico gli ha detto chiaramente che non lo vedeva titolare nella sua squadra

di Redazione, @forzaroma

Alessandro Florenzi al Paris Saint Germain. Non è uno scherzo di mercato, ma una trattativa che è nata, cresciuta e si è concretizzata nel giro di pochi giorni, scrive Gianluca Piacentini sul Corriere della Sera.

Ha avuto una chiacchierata franca con Paulo Fonseca, in cui il tecnico portoghese gli ha detto chiaramente che non lo vedeva titolare nella sua squadra. Florenzi, che già oggi sarà in Francia per sostenere le visite mediche, andrà al Psg in prestito oneroso (si parla di un paio di milioni di euro) con diritto di riscatto da parte della formazione francese.

L’operazione ha lasciato più di un punto interrogativo soprattutto nella tifoseria giallorossa, che si chiede (nelle radio e sui social ieri è stato l’argomento più dibattuto, prima che si sapesse dell’arrivo a Roma di Friedkin) come gli si possano preferire Bruno Peres, Santon e Karsdorp, che piace al Genoa ma che alla luce della cessione di Florenzi potrebbe rimanere.

Dal punto di vista economico, infatti, la Roma risparmia un ingaggio cospicuo (3 milioni netti) ma non ha il vantaggio di realizzare una plusvalenza immediata, visto che Florenzi è un prodotto del vivaio. La speranza è che una buona stagione porti al riscatto il prossimo anno.

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy