Florenzi e Alisson, i rinnovi sono le spine di Monchi

Il Ds: “Sul nostro portiere circolano molte voci al riguardo, ogni giorno, ma non ci sono arrivate offerte. Vogliamo tenerlo con noi”

di Redazione, @forzaroma

Il mercato chiama, i grandi club europei pure e allora in tempi brevi il direttore sportivo della Roma dovrà provvedere ai rinnovi di Alisson e Florenzi, le spine della rosa giallorossa. come scrive Gianluca Piacentini sul Corriere della Sera.

Il terzino, che ultimamente è tornato a giocare anche esterno d’attacco, e il portiere sono due punti fermi per società e allenatore e blindarli è l’obiettivo che il dirigente romanista si è dato da qui a fine stagione.

Quasi per paradosso, considerando che Florenzi è l’erede designato di Totti e De Rossi, la questione più facile è quella che riguarda Alisson. Con i premi non arriva a guadagnare 3 milioni, la Roma porterà il suo ingaggio a 4, allungherà l’attuale accordo fino al 2022 e inserirà o una clausola da top player, intorno ai 100 milioni, oppure eviterà proprio di inserirla, d’accordo con il giocatore e il suo entourage. “Ha soltanto 26 anni, ha margini di miglioramento e dà sicurezza alla squadra, siamo molto felici del suo rendimento – ha detto Monchi a Esports Cope – Su di lui circolano molte voci al riguardo, ogni giorno, ma non ci sono arrivate offerte. Vogliamo tenerlo con noi”.

Più complicato il discorso di Florenzi: chiede un ingaggio all’altezza dei big della squadra, è il contratto più importante della sua carriera e intende discuterlo nei minimi particolari. Monchi farà di tutto per trattenerlo, la volontà della Roma è di continuare con la tradizione dei capitani romani e romanisti, ma ad oggi è l’unico big con il contratto in scadenza nel 2019.

Se ne riparlerà dopo il derby del 15 aprile, intanto entrambi si godono la nazionale.

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy