Dzeko è diventato “dottore”. Adesso cerca la cura per la Roma

Il centravanti giallorosso si è laureato in management dello sport all’università di Sarajevo

di Redazione, @forzaroma

Per guarire una Roma malaticcia, ci vuole un bravo dottore. Eusebio Di Francesco ha la fortuna di averne uno in squadra e il suo nome è sempre quello di Edin Dzeko, che da lunedì scorso dottore lo è per davvero. Il centravanti bosniaco, infatti, si è laureato in management dello sport all’università di Sarajevo, dopo aver sostenuto per tre anni tutti gli esami della facoltà di “Sport ed educazione fisica”, come riporta il Corriere della Sera.

Tra una sosta e l’altra del campionato, tra una gara con la nazionale bosniaca e l’altra, e senza dire niente a nessuno se non agli amici più cari e ai familiari, Dzeko ha messo un tassello importante per il proprio futuro, quando smetterà di giocare. A Trigoria sperano (e credono) di riuscire a posticipare l’addio di almeno un anno, prolungando di dodici mesi (e spalmando l’ingaggio) l’attuale contratto, che scade nel 2020. 

Tra Chievo e Madrid, Edin potrebbe essere chiamato al superlavoro, anche se le notizie su Schick sono migliori di quanto pareva nelle scorse ore. Il ceco potrebbe essere a disposizione per domenica (fischio d’inizio alle 12.30) ma ancora di più per la trasferta di mercoledì prossimo a Madrid, per l’esordio in Champions League contro il Real.

Contro il Chievo, infatti, Perotti ed El Shaarawy sono in ballottaggio per un posto a sinistra, mentre Cengiz dovrebbe partire titolare a destra, con Kluivert pronto a giocare su entrambe le fasce. Contro il Real torneranno tutti in discussione, ad eccezione del dottor Dzeko.

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy