Dossier contro i vertici della Roma

di Redazione, @forzaroma

(Corriere della Sera) – Dossier fabbricati a tavolino per screditare la Roma.

Documenti taroccati che gli autori avrebbero pure tentato di vendere ad alcuni organi di informazione. La manovra però è fallita ed è finita all’attenzione della magistratura: la procura ha aperto un’inchiesta nei confronti del conduttore radiofonico Mario Corsi, «Marione», e del giornalista Roberto Renga. Il reato ipotizzato per ora è la diffamazione, ma non è escluso che possano essere contestati reati più gravi. L’indagine è iniziata un paio di settimane fa, quando il d.g. dei giallorossi, Franco Baldini, ha presentato una denuncia alla Digos. Probabilmente il manager aveva saputo qualcosa a proposito del piano.

Sembra infatti che «Marione» e il giornalista, anziché tenere segreto il «complotto», avessero in più occasioni sparso in giro notizie adatte a diffamare Baldini: secondo la Digos, guidata da Lamberto Giannini, gli autori dei dossier avevano fatto circolare la voce di poter dimostrare, grazie a dei documenti, che la Roma aveva compiuto operazioni poco chiare. In particolare, secondo loro, Baldini avrebbe avuto interessi privati nella compravendita dei giocatori e non meglio precisati legami con la massoneria. La polizia ha perquisito «Marione» e Renga, ha sequestrato i dossier e ha scoperto che li avevano confezionati loro stessi. […]

 

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy