Di Francesco: “La Roma è imprevedibile. A volte anche per me”

Il tecnico: “A Napoli possiamo ritrovarci, ma ci serve continuità”

di Redazione, @forzaroma

I nostri avversari devono avere paura della Roma perché non sanno che squadra si troveranno davanti, capace di grandi prestazioni come di perdere la testa in pochi minuti. Siamo una squadra imprevedibile, a volte anche per me. L’imprevedibilità va bene se è finalizzata a guadagnare dei vantaggi, non se viene usata per fare danno a noi stessi. Dobbiamo cercare la continuità che ci sta mancando e non possiamo più perdere occasioni. È vero che mancano ancora tante partite, ma abbiamo già fatto troppi passi falsi”. Eusebio Di Francesco sa che non c’è più tempo da perdere, scrive Luca Valdiserri sul Corriere della Sera. Il distacco dal Napoli è già pesante: 7 punti che diventerebbero 10 in caso di sconfitta. Una voragine.

Mi fa rabbia pensare che abbiamo bisogno di due schiaffi per dare poi risposte importanti, come quella contro il Cska. La nostra crescita può passare da una strada sola: affrontare tutte le partite allo stesso modo. Se continuiamo a perdere punti in questo modo c’è il rischio di non rientrare più dove vogliamo, cioè in Champions. Dobbiamo essere più bravi nella preparazione e nell’approccio alle gare” aggiunge il tecnico.

In difesa potrebbe giocare Juan Jesus al posto di Fazio, poco convincente dall’inizio della stagione. Sicuro l’inserimento di Santon come terzino destro,anche perché Florenzi è alle prese con un affaticamento muscolare e ci sono tante partite all’orizzonte (Fiorentina, Cska Mosca, Sampdoria). Dietro a Dzeko, nel 4-2-3-1 che ormai è diventato il modulo di riferimento, ci dovrebbero essere i soliti: Cengiz Under, Lorenzo Pellegrini e El Shaarawy.  

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy