Anno Nuovo, portaci un’impresa

Anno Nuovo, portaci un’impresa

Serve ritrovare l’entusiasmo corale di un trofeo, non solo sfiorato

di Redazione, @forzaroma

Portati via ancora qualcosa, Anno Vecchio, scrive Paola Di Caro sul Corriere della Sera. Quel “poteva essere” che non è stato, e che ancora brucia, rimpianto pesante da scrollarsi via per chi ne ha viste più di quelle che potrà ancora vedere.

Quello stordimento degli amanti quando ci si lascia male, che amore è l’unica parola giusta quando si parla di Francesco Totti e di Daniele De Rossi. Quella fatica di ricominciare sempre da capo, ai piedi della montagna di nuovo, quando invece credevi di essere a un passo dalla vetta. Portaci quello che ancora ci manca, Anno Nuovo.

L’entusiasmo corale di un’impresa, non solo sfiorata, ma portata fino in fondo. La forza tranquilla di Fonseca che, come non succede da tempo, diventa benzina di tutti.

La maglia che si fa tutt’uno con chi la indossa, perché non contano solo i colori, conta ancora di più chi li incarna. Che di addii siamo stanchi e abbiamo voglia di ridere. E siamo sulla strada buona se quel solco che avevamo in viso è già diventato una specie di sorriso.

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy