Andreazzoli il temporaneo di successo

di finconsadmin

(Corriere della Sera – L. Valdiserri) – La vita (da allenatore) comincia a 60 anni. Aurelio Andreazzoli, mercoled? sera, ha battuto l?Inter e la carta d?identit?. Ha qualificato la Roma alla sua diciassettesima finale di Coppa Italia (9 vinte), ha ridato un senso alla stagione giallorossa e ha dimostrato che avere una squadra giovane e un allenatore stagionato pu? essere meglio che avere un giovane in panchina e una squadra con la carta d?identit? pesante.

La sua avventura alla Roma? ha ottenuto 17 punti in 9 gare di campionato, media 1,88 con una proiezione di 71 punti in 38 partite; Zeman si ? fermato a 34 punti in 23 gare, media 1,47 ? ? iniziata con la patente di ?temporaneo ? ma non ? escluso che si possa concludere con quella di ?definitivo?. Nella ?pancia? di San Siro, dopo la vittoria per 3-2, Daniele De Rossi ha fatto il suo endorsement: ?Andreazzoli ha fatto un cambiamento importante all?inizio, potenziando la difesa. Se andiamo ad analizzare le partite, anche dove non abbiamo vinto, meritavamo comunque. Non parliamo mai degli arbitri, ma certi episodi ci hanno penalizzato in passato. Non sta a me decidere chi guider? la Roma nella prossima stagione, ma reputo Andreazzoli un allenatore vero, da serie A?.

Un pensiero condiviso anche da Francesco Totti, che con Zdenek Zeman ? tornato ai massimi livelli ? e non ha mai fatto mancare prima il suo impegno e poi la sua solidariet? al boemo ? ma che ha sempre apprezzato Andreazzoli, gi? come tattico dello staff di Luciano Spalletti e adesso come allenatore. La societ? giallorossa non ha ancora deciso. Ci sono altre sei partite di campionato e il miglior piazzamento possibile da inseguire. E poi, naturalmente, c?? il derby che assegner? la Coppa Italia.[…]

 

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy