Forzaroma.info
I migliori video scelti dal nostro canale

radio pensieri 2

‘RADIO PENSIERI’, ORSI: “Difficile dar via Zaniolo ma tutti hanno un prezzo”

Getty Images

Ecco le opinioni dei protagonisti delle emittenti radiofoniche romane

Redazione

Quello delle radio romane è un fenomeno che non ha eguali nel resto d'Italia. Una pluralità di stazioni che fungono da piattaforma, una schiera di giornalistiex calciatori e opinionisti ad animare lo spettacolo. Ecco le opinioni dei protagonisti delle emittenti radiofoniche:

Fernando Orsi (Radio Radio mattino 104.5): “Se con Mourinho ci può parlare solo un dirigente con più curriculum, allora non ci può parlare quasi nessuno. Zaniolo non è un campione ma nella Roma sposta gli equilibri. Se costruisci una squadra ma dai via i giocatori più importanti, ricominci da capo. Uno come Zaniolo è difficile darlo via ma tutti hanno un prezzo e se arriva un’offerta spropositata può partire. Se parliamo di progetto però Zaniolo deve rimanere".

Gianluca Lengua (Radio Radio mattino 104.5): “Ieri Mourinho ha parlato di 9 assenti. Per il momento Zaniolo è fuori. Quello che sta succedendo alla Roma non è normale da ormai 3 o 4 anni. Mourinho sarà stato spigoloso dal punto di vista della comunicazione, avrà le sue responsabilità, ma le percentuali di responsabilità sono più alte per società e squadra. Di giocatori di livello, la Roma ha comprato solo Abraham e Rui Patricio. Pinto non può parlare con Mourinho, bisogna avere un dirigente con più curriculum del portoghese. Mourinho ha metodi psicologici che funzionavano 10 anni fa, ora non ha più terreno fertile da questo punto di vista con fasce d’età basse. Su Zaniolo bisogna capire cosa ne pensa veramente Mourinho. E’ l’unico su cui la Roma può fare una plusvalenza massiccia”.

Antonio Felici (Centro Suono Sport – 101,5/Te la do io Tokyo): “Il Bodo può vincere la Conference League perché è una competizione ai suoi livelli. Del Verona mi prenderei Barak. E’ un giocatore particolare, ha un buon senso della posizione. Non credo però abbiano giocatori straordinari ma hanno una buona organizzazione. La formazione che Mourinho metterà in campo oggi ti dovrebbe permettere di battere il Verona, mi preoccuperei dopo l’ora di gioco perchè non ha cambi”.

Alessandro Austini (Teleradiostereo – 92,7): “Sento Mourinho leggermente dimesso nelle ultime conferenze. Sarà l’allenatore della Roma anche la prossima stagione. Mourinho non può lottare per il settimo e l’ottavo posto, non è la sua dimensione. E’ un po’ di tempo che percepisco in lui un po’ di malcontento. Secondo me a breve ci potremmo aspettare nuove perle da parte sua. Il risultato più grande che ha raggiunto la Roma quest’anno è aver riportato la gente allo stadio”.

Gianluca Lengua (Radio Radio Mattino – 104,5): “Gli indisponibili sono 8 o 9, dipende da Vina. La squadra che scende in campo oggi può battere il Verona. Però c’è da considerare il momento che sta attraversando la Roma. Ci sono dei problemi a livello mentale. Sul fattore tecnico c’è poco da dire. Oggi non ci sarà la possibilità di fare cambi. Forse Ibanez potrebbe andare in una squadra di medio-bassa classifica. Zaniolo è un giocatore che ha la stima di Mourinho ma si può sacrificare. Pinto ha detto che non sa se resterà il prossimo anno, quindi non c’è un piano per blindarlo a tutti i costi. Sugli altri giocatori, come Cristante e Veretout, non so se si riuscirà a fare plusvalenza”.

Roberto Pruzzo (Radio Radio Mattino - 104,5): "Con questa Roma hai poche garanzie, manca la continuità di prestazioni e risultati. Gli ultimi gol presi sono roba ridicola. In casa, poi, nelle ultime gare, ha avuto difficoltà. Si naviga a vista. C'è da vincere per metersi in una posizione di classifica accettabile. Spero che la Roma giochi bene per 90 minuti, cosa che abbiamo visto raramente. Quest'anno si è capito che su alcuni giocatori è stata sbagliata la valutazione. Alcuni sono appena sufficienti e passano per campioni".

Nando Orsi (Radio Radio Mattino - 104,5): "Nella Roma ognuno si deve prendere le proprie responsabilità. La squadra che scende in campo oggi può vincere senza troppi problemi il Verona, ed invece Mourinho già ha messo la mani avanti. I Friedkin devono acquistare il prossimo anno giocatori che vuole Mourinho. Non so se ce la faranno, e allora sarà sempre la stessa storia".

Sandro Sabatini (Radio Radio Mattino - 104,5): "Anche quest'anno la Roma ha preso alcuni giocatori che piacevano a Mourinho. In generale la Roma, da qui alla fine della stagione, deve giudicare il lavoro un po' di tutti, Mourinho compreso".