radio pensieri 2

‘RADIO PENSIERI’, TRANI: “Nella Roma mancano i giocatori nei ruoli fondamentali”

Getty Images)

Ecco le opinioni dei protagonisti delle emittenti radiofoniche romane

Redazione

Quello delle radio romane è un fenomeno che non ha eguali nel resto d'Italia. Una pluralità di stazioni che fungono da piattaforma, una schiera di giornalisti, ex calciatori e opinionisti ad animare lo spettacolo. Ecco le opinioni dei protagonisti delle emittenti radiofoniche:

Ugo Trani (Centruo Suono Sport - Te la do io Tokyo 101.5): “A Natale mi sarei aspettato di stare al 5° posto a 5-6 punti dal quarto. Sarebbe stato un ottimo risultato vedendo le avversarie. Nella Roma mancano i giocatori nei ruoli fondamentali: hai sistemato la porta e la punta ma manca chi li collega. Non ci sono né un centrale forte né un centrocampista fortissimo. Sul mercato vengono offerti dei giocatori di cui le squadre si vogliono liberare, ma i calciatori vanno scelti. Herrera è anche un buon giocatore ma non è quello che serve. Non mi meraviglierei se Xhaka dovesse tornare di moda a giugno. Grillitsch lo considero da prendere perché è giovane e ha una buona fisicità anche se lascia a desiderare in velocità”.

Gianluca Lengua (Radio Radio Mattino 104.5): “Forse dobbiamo cominciare a porci qualche domanda. Perché la Roma nonostante gli ottimi giocatori non ottiene i risultati sperati? Forse perché sono stati sopravvalutati alcuni elementi. Smalling e Zaniolo hanno recuperato, l’unico dubbio riguarda Ibanez”.

Roberto Pruzzo (Radio Radio Mattino 104,5): "La Roma deve migliorare, è andata in difficoltà anche contro lo Spezia e non può succedere. Contro l’Atalanta sarà una partita difficile e complicata perché è una squadra in piena salute. La squadra deve crescere e dare dei segnali in questo tipo di partite. Sarebbe importante dimostrare dei miglioramenti alla conclusione del girone di andata". 

Sandro Sabatini (Radio Radio Mattino 104,5): "La Roma, in caso di risultato positivo, otterrebbe una bella soddisfazione e legittimerebbe il percorso. Se riuscirà a limitare l’Atalanta, difendendo bene e attaccando rapidamente in profondità, potrebbe fare risultato. La fase difensiva sarà fondamentale. Quando Mourinho dice che c’è differenza tra le due squadre ha ragione, oggi si vedrà la distanza effettiva che le separa. Dallo Special One mi aspettavo qualcosa in più, vorrei vedere sulla squadra la sua impronta che per ora manca. La Roma deve continuare il suo percorso, ma bisogna capire quanto incide il portoghese nella crescita dei suoi"