radio pensieri 2

‘RADIO PENSIERI’, Balzani: “Perché Felix e non Zaniolo? Mourinho ha 25 trofei””

Getty Images

Ecco le opinioni dei protagonisti delle emittenti radiofoniche romane

Redazione

Quello delle radio romane è un fenomeno che non ha eguali nel resto d'Italia. Una pluralità di stazioni che fungono da piattaforma, una schiera di giornalisti, ex calciatori e opinionisti ad animare lo spettacolo. Ecco le opinioni dei protagonisti delle emittenti radiofoniche:

Federico Nisii (Teleradiostereo 92,7): "Belli i complimenti di Felix ma ad oggi la Roma sbaglia una serie di scelte a livello individuale che non sono accettabili. Il gioco lo fanno i giocatori. Ad oggi ad esempio Karsdorp è limitato per come gioca la Roma. Per la prima volta sono severo anche con Abraham, che sbaglia i tempi e non l'ha praticamente mai presa. Altri giocatori al posto di Felix, in occasione del primo gol, avrebbero passato il pallone ad Abraham. Quello è il simbolo di ciò che manca alla squadra, ovvero la personalità".

Piero Torri (Teleradiostereo 92,7): “A sinistra nella partita di giovedì può essere riconfermato El Shaarawy. Pellegrini può riposare contro il Zorya perché non sta bene. Io Zaniolo centravanti lo vedo poco. Zaniolo ha bisogno di guardare la porta e partire. Mi immagino Mkhitaryan e il Zaniolo dietro Abraham. Non escludo che Diawara possa giocare con Veretout”.

Gianluca Lengua (Radio Radio Pomeriggio 104,5): "Se Abraham Shomurodov e Mkhitaryan sono lì a cercare di fare gol e non ci riescono, un 18enne fa doppietta, il problema non è Mourinho ma è che mancano delle qualità a questi giocatori. Non sappiamo se darà continuità a quanto visto ieri. Credo che solo i calciatori vincono le partite; certo, l’allenatore ti può dare qualcosa in più. Il gol sbagliato da Shomurodov ad esempio non è accettabile. Il fatto che la Roma non prenda lo specchio è ormai un dato di fatto. Bisogna lavorare su Abraham, bisogna fargli capire come vanno scardinate le difese avversarie. Anche Dzeko il primo anno non è andato bene, poi è diventato il terzo centravanti più prolifico della storia della Roma. C’è da lavorare sull’inglese e Mourinho è l’uomo giusto".

Antonio Felici (Centro Suono Sport 101,5): “Bisogna fare i complimenti a Mourinho perché mettere Felix e lasciare in panchina Zaniolo, ci vuole coraggio. Se fosse finita 0-0 il tema della giornata sarebbe stato ‘Zaniolo in panchina’. Mancava la capacità di finalizzare ieri. Finalmente è arrivata la giocata di Mkhitaryan per l’assist a Felix. Non mi esalto per la prestazione, però sono arrivati i 3 punti e in questo momento così difficile sono oro”.

Francesco Balzani (Centro Suono Sport 101,5): “Ieri tecnicamente è stata una brutta partita. La Roma si vedeva che avesse paura. La Roma ieri si è liberata un po' di alcune scorie di negatività. La mossa di Felix è stata fatta da Mourinho. Tutti abbiamo detto perché mette Felix e non Zaniolo? Perché Mourinho ha 25 trofei e noi no. Spero di non vedere più la Roma che ho visto ieri. Mkhitaryan ha tratto beneficio dalla cura Mourinho, perché dopo che è stato fuori, rientra a regala una splendida prestazione. Zaniolo non è un caso ma è certamente un tema. L’allenatore sta facendo tutto bene dal punto di vista della gestione, perché alcuni calciatori necessitano di bastone e carota".

Ugo Trani (Centro Suono Sport 101,5): “Per me è più bello il primo gol che il secondo. Il primo innanzitutto è un gol pesantissimo. Mi è piaciuto il suo impatto, mi è piaciuto lo spirito di una squadra operaia. Per me l’ha disegnata bene Mourinho. Io penso che Abraham ha giocato peggio di Shomurodov. L'uzbeko e Mkhitaryan sono stati i più pericolosi della Roma. Felix vive sull’entusiasmo e questo sappiamo che non basta. L’allenatore lo mette anche titolare ma ha paura di bruciarlo. Per me lo inserirà un po’ alla volta. Per Mourinho è importante aver azzeccato questa mossa. Non casco nella polemica di Zaniolo però dico che siamo una città che se segna Zaniolo col Torino, siamo capaci di esaltarci rivendicando le sue qualità, a torneremo a parlare bene di lui, ma in realtà non segna da tanto”.

Alessandro Austini (Tele Radio Stereo 92.7): “Ieri sembrava la classica partita in cui non avresti segnato nemmeno in dieci ore. Poteva essere sbloccata solo da un episodio e la freschezza mentale di Felix ha risolto le cose, una svolta improvvisa e bellissima. Puntare su Afena-Gyan è la mossa più giusta di Mourinho da quando è a Roma, una scelta da Special One. Non credo che esista un caso Zaniolo, è normale il fatto che il suo mancato impiego faccia notizia. Se Mourinho non lo vede da interno, per lui non c’è spazio in questo modulo".

Furio Focolari (Radio Radio Mattino 1404.5): "La Roma ha due problemi: Abraham e Zaniolo. Grande Mourinho ad inventarsi Afena-Gyan, solo lui può avere il coraggio di mettere un 2003 per vincere la partita. Pellegrini non può giocare in mediana".

Francesco Di Giovambattista (Radio Radio Mattino 104,5): "Colpisce tanto la spensieratezza di Felix che non sente il peso della Serie A. E' uno che ha vivacità e che scardina le difese avversarie. Già contro il Cagliari aveva dimostrato. Deve lavorare tanto, crescere sotto tanti punti di vista nel gioco, ma oggi si merita la copertina".

Roberto Pruzzo (Radio Radio Mattino 104,5): "Felix ha una velocità impressionante negli ultimi venti metri e tanta qualità. In dieci minuti ha risolto la partita. Abraham e Shomurodov male male. L'inglese può diventare un problema, ha fatto bene Mourinho a tenerlo in campo ma è stato nullo. Anche Shomurodov ha fatto male, e Pellegrini non sta bene e si vede. La Roma si prende i tre punti e va bene così, ma ci vuole altro, ha meritato la vittoria, ma avuto difficoltà troppo grosse per l’avversario. La squadra è lenta e solo Mkhitaryan ha avuto le idee chiare. In attacco Abraham deve fare la differenza, lui l’ha fatta ma in negativo".

Tony Damascelli (Radio Radio Mattino 104.5): "La Roma ha costruito parecchio. Difficile giocare contro squadre che giocano male come il Genoa, infatti all’80’ erano ancora 0-0".

Nando Orsi (Radio Radio Mattino 104,5): "La Roma aveva tante assenze importanti. Su Abraham dico che va aspettato, è un ottimo giocatore ma si deve ancora inserire. Zaniolo? Non si gioca per grazia divina, si vede che in allenamento non si è conquistato il posto. L'allenatore deve fare il bene della squadra. La Roma non ha giocato benissimo, ma è sempre stata padrona del campo e si vedeva che da un momento all'altro la Roma potesse segnare .La vittoria è stata netta. Pur non giocando benissimo ha fatto la sua partita riuscendo a far gol. Bisogna dar merito a Mourinho per aver fatto entrare il ragazzino ".

Mario Mattioli (Radio Radio Mattino 104,5): "Morgan De Santis ha avuto un'illuminazione vedendo Felix in un torneo. Ora deve crescere in tutto, spero che sia ben guidato anche dal punto di vista umano, ma già si vede che ha qualità. Ieri partita senza storia, la Roma ha avuto superiorità in qualsiasi momento anche se in attacco hanno fatto male fino all'ingresso del ragazzino".