Torino-Roma 1-2 LE PAGELLE Lamela, che prodezza! Perrotta: polmoni d’acciaio

di finconsadmin

(di Francesco Balzani – ForzaRoma.info) Dopo 50 giorni la Roma torna a vincere in trasferta grazie a un capolavoro di Lamela, alle parate di Stekelenburg e al solito apporto di un Totti part time. Burdisso macchia la gara con un altro errore, partono male anche Balzaretti e Piris mentre in attacco Osvaldo si fa notare solo per il gol. Prestazione sufficiente nella media.

STEKELENBURG 6,5: Sol gol di Bianchi ? poco reattivo ma ? decisivo sulla punizione di Cerci in un momento difficilissimo e si fa trovare pronto su Santana e Gazzi. Il conto finale ? positivo e permette alla Roma di portare a casa 3 punti d’oro.

PIRIS 6: Balla pi? con i dribbling del Santana calciatore, che con le canzoni del Santana chitarrista. Qualche buon cross, tanto impegno e una bella conclusione che impegna Gillet lo salvano dall’insufficenza.

BURDISSO 5,5: Ancora una volta protagonista in negativo in occasione del gol di Bianchi, ma stavolta anche la sfortuna gli gioca contro. Meglio nel secondo tempo quando di testa spazza via minacce e pericoli. Comunque un periodo no.

CASTAN 6: Poche sbavature, troppi lanci lunghi. Partita senza patemi particolari per il brasiliano anche se non ? che ci voglia troppo a limitare Meggiorini (10 gol in 100 partite in serie A).

BALZARETTI 5: Pennella il pallone per il colpo di testa vincente di Osvaldo, ma in difesa soffre pi? del primo sole le incursioni di Cerci e si innervosisce per gli insulti continui della curva Maratona rimediando l’espulsione proprio nel momento in cui sembrava riprendersi .

PERROTTA 6,5: Polmoni grandi come una casa: opprime i centrali del Torino costringendoli spesso all’errore. Perde freschezza col passare dei minuti anche perch? spesso corre in copertura. (32’st Marquinho ng)

PJANIC 5,5: Difficile fare il geometra senza un progetto stabile. Il bosniaco ci prova con la solita classe, ma fatica a brillare in un canovaccio opaco e finisce fuori di nuovo con la caviglia gonfia. (9’st Totti 6,5: Entra lui e la Roma segna, sar? un caso oppure no? Basta la sua presenza per dare sicurezza a una squadra ancora troppo bambina e a spaventare unToro confuso)

BRADLEY 6: Piazzato davanti alla difesa d? equilibrio alla squadra e copre qualche falla di troppo. Prezioso in fase di interdizione, approssimativo in quella di costruzione. Fa il suo, e questo basta. Senza il passaporto americano e con qualche capello in pi? sembrerebbe di vedere Brighi o Greco.

LAMELA 6,5: Secondo solo a Boateng per cambi tattici di partita in partita. Stavolta torna esterno in un atipico 4-3-3 e fatica ad ambientarsi. Poi si accentra e viene risucchiato da Vives e Gazzi, ma sfodera un gol da campione da spellarsi le mani che riscatta tutto. Solo i grandi ci riescono.

OSVALDO 6,5: Rilassato dopo la gita a Londra, torna al gol (pesante) dopo 77 giorni per poi eclissarsi di nuovo anche a causa del mancato supporto dei compagni. Si rianima nel finale con un bel corner per Florenzi. Peccato per quel carateraccio.

DODO’ 6: I mezzi sono enormi, le prospettive pure. Parte bene con un paio di sgroppate interessanti, poi cala vistosamente. Con un po’ di malizia e sacrificio in pi? potrebbe diventare uno dei migliori esterni del campionato. (18’st Florenzi 6,5: entra subito bene in partita, si mangia l’ennesimo gol sotto porta e salva la partita con un intervento sulla linea che fa scoppiare le coronarie dei mille tifosi giallorossi a Torino)

ANDREAZZOLI 6: Rivoluziona nuovamente la Roma che parte bene per poi afflosciarsi come un girasole d’inverno prima di affidarsi alla luce di Totti. La risolleva Lamela con un gran gol che fa respirare la classifica e d? speranza in vista della semifinale di Coppa Italia.

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy