Roma-Catania LE PAGELLE, Stekelenburg tiene la Roma in partita, Lopez la salva dal patatrack

di Redazione, @forzaroma

(di Massimo Limiti) Ecco i nostri voti all’undici  giallorossoSTEKELENBURG 6,5 Gli arrivano due o tre palloni nel primo tempo. Un’uscita bassa di ordinaria amministrazione, poi incolpevole sul gol subito da Marchese, ma poi tiene in partita la Roma quando fa il miracolo a tu per tu con Gomez.

PIRIS  6 Ordinato in fase di copertura, molto meno in quella di impostazione. Scende bene sulla fascia ma manda tutti i cross fuori portata rispetto ai compagni di squadra

BURDISSO  6 Deve preoccuparsi di mantenere la linea difensiva in fase di copertura e di meccanismi di reparto con Castàn sono ancora in fase di rogaggio

CASTAN  4,5 Mantiene bene la posizione e va in copertura anche poco dopo centrocampo, ma sul gol del vantaggio del Catania si lascia due giocatori alle spalle in gioco uno dei quali è Marchese. Fa peggio in occasione del secondo gol del Catania sbagliando l’appoggio che da il via all’azione che libera Gomez

BALZARETTI  5 Si interessa solo della fase offensiva ed ha lafortuna di avere dalla sua parte un certo Totti con il quale duettare è cosa da bambini.

BRADLEY  5 Sbaglia qualche appoggio nei primi minuti ma poi prende fiducia senza troppe sbavature

DE ROSSI 6,5 Deve pensare ai tanti palloni che passano sempre per i suoi piedi e a coprire le avanzate degli avversrai per vie centrali. Pennella il lancio per Osvaldo nell’azione del momentaneo pareggio della Roma

PJANIC  5 Nel primo tempo è costretto più in fase di copertura tanto che riesce a servire pochi palloni a Lamela e compagni. Meglio nella ripresa quando si concede anche un paio di percussioni.  (al 72’ Florenzi 5,5)

LAMELA  6 Servito poco e niente nel primo tempo, trova il primo spunto interessante su calcio piazzato ad inizio ripresa, ma Andujar gli strozza in gola l’urlo del gol. (al 72’ Marquinho 5,5)

OSVALDO  7  Si da da fare sin dai primi minuti con un continuo movimento per non dare punti di riferimento ai difensori del Catania. Pochi i palloni giocabili, uno dei quali per troppa fretta spedisce lontano dalla porta avversaria. Comincia alla grande il secondo tempo con la prima vera occaione da gol della Roma, ma il suo colpo di testa, a portiere battuto, finisce sul palo. Poi al 58’ fa esplodere il boato dell’Olimpico con una mezza rovesciata che non daà scampo ad Andujar

TOTTI 6,5 Corre e rincorre in una posizione ritrovata dopo tanti anni. Le giocate comunque sono le stesse e gli avversari sono spesso costretti  ad intervenire con le maniere forti (82′ N.Lopez 7 Pochi minuti ma per la fattura e l’importanza del gol del pareggio merita un voto da primo della classe)

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy