olimpus roma

L’Olimpus Roma domina ma perde con la Syn-Bios: al PalaOlgiata finisce 0-2

L’Olimpus Roma domina ma perde con la Syn-Bios: al PalaOlgiata finisce 0-2

Decide un gol di Fellipe Mello nel secondo tempo. Tante occasioni per i Blues, ma poca concretezza. Domenica la trasferta a Polistena

Valerio Salviani

L'Olimpus Roma perde la seconda partita stagionale. L'esordio al PalaOlgiata si chiude con un 2-0 per la capolista Syn-Bios Petrarca. Un peccato per i Blues, che giocano un match all'attacco ma non riescono a buttare giù il muro di Fiuza. Amarezza per le tante occasioni sprecate, gli ospiti passano grazie alla rete di Fellipe Mello, arrivata con una deviazione che ha beffato Tondi. In extremis il 2-0 definitivo realizzato da Rafinha. L'Olimpus resta a 4 punti in classifica, domenica si torna in campo a Polistena.

LA PARTITA - Parte meglio la Syn-Bios. L'Olimpus si schiaccia un po', poi supera l'emozione dell'esordio in casa e si scioglie. La prima occasione per il vantaggio ce l'ha Marcelinho, che duetta con Pedrinho e calcia da buona posizione trovando la risposta di Fiuza. Pericoloso anche Chmanguinho: il capitano appena entrato ha due volte sui piedi la palla dell'1-0, ma spreca. La Syn-Bios sembra soffrire il possesso palla dei Blues, ma Parrel spaventa Tondi in contropiede calciando fuori un'occasione d'oro. Al 12' del primo tempo l'arbitro fischia un calcio di rigore in favore dei padroni di casa per un fallo di mano di Fetic in area, salvo poi tornare sui suoi passi e cancellare la chiamata. Il numero 10 degli ospiti mostra i segni del pallone sul corpo, gli arbitri si confrontano e si riparte da un calcio da fondo. L'Olimpus gioca meglio e si rende pericolosa ancora con Marcelinho, ma soprattutto con Dimas che su calcio d'angolo di Jorginho colpisce di testa con la porta sguarnita indirizzando sopra la traversa. Meglio l'Olimpus nel primo tempo, ma dopo 20 minuti il risultato è ancora fermo sullo 0-0.

Nella ripresa subito una grande chance per l'Olimpus: Marcelinho recupera palla e parte da solo palla al piede verso la porta, ma davanti a Fiuza il numero 19 si scioglie e calcia centrale. Stavolta l'errore costa caro all'Olimpus. Passa un minuto e la Syn-Bios si porta in vantaggio. Segna Fellipe Mello, che sfrutta una deviazione che beffa Tondi. I Blues tentennano un po', poi superato lo shock tornano a macinare gioco e vanno ancora vicini al gol con una conclusione di Nicolodi, imprecisa di pochi centimetri. Come nella prima frazione, anche nella ripresa il match è quasi a senso unico. I Blues attaccano, ma il muro degli ospiti non cade. Ci provano in successione Grippi, Chimanguinho e Jorginho, senza successo. Al 14' Fiuza compie un miracolo su Marcelinho, che con il destro aveva trovato l'angolo basso da posizione insidiosa. I minuti scorrono, a cinque dalla fine il risultato è ancora 0-1. L'Olimpus non molla, sfiorano il pari anche Tres e ancora Marcelinho, atterrato poi in area da Fiuza, con l'arbitro che ha però lasciato correre. A tre minuti dalla fine D'Orto chiama il time-out. Al rientro in campo c'è Dimas a fare da portiere di movimento, ma la storia non cambia. L'Olimpus ci prova in tutti i modi, Fiuza gioca da campione e non regala nulla. In extremis anche la beffa del 2-0 realizzato da Rafinha. La prima al PalaOlgiata è una sconfitta.

OLIMPUS ROMA-SYN-BIOS PETRARCA 0-1 (0-0 p.t.)

OLIMPUS ROMA: Tondi, Tres, Marcelinho, Nicolodi, Schininà, Achilli, Jorginho, Chimanguinho, Guedes, Grippi, Di Eugenio, Dimas, Giammarile, Ducci. All. D'Orto

SYN-BIOS PETRARCA: Fiuza, F. Mello, Rafinha, Parrel, Jefferson, Catelli, Galesso, Don, De Luca, Fetic, Kakà, V. Mello, Guga, Bastini. All. Giampaolo

MARCATORI: 1'11'' s.t. F. Mello (P), 19'59'' Rafinha (P)

AMMONITI: F. Mello (P), Schininà (O), Guedes (O), Tres (O)

ARBITRI: Salvatore Minichini (Ercolano), Fabio Maria Malandra (Avezzano) CRONO: Massimo Tariciotti (Ciampino)