olimpus roma

Beffa Olimpus: campioni fino a 1′ dalla fine, poi Pesaro rimonta e vince la coppa

Beffa Olimpus: campioni fino a 1′ dalla fine, poi Pesaro rimonta e vince la coppa

Finisce 2-1 per i marchigiani. Dopo il gol di Dimas, negli ultimi 60 secondi arrivano le reti di Borruto e Taborda

Redazione

L'Olimpus Roma si ferma a un passo dalla gloria. I Blues perdono 2-1 contro l'Italservice Pesaro, che conquista la Coppa Italia per la sesta volta consecutiva. Il vantaggio realizzato da Dimas, arrivato a quattro minuti dalla fine, aveva illuso la squadra dell'Olgiata, ma il colpo di coda dei campioni in carica vale la vittoria del primo trofeo stagionale. Scoccato l'ultimo minuto segnano prima Borruto e poi, 33 secondi più tardi, Taboarda. Pesaro vince sfruttando la superiorità numerica, dovuta all'espulsione (ingenua) di Caio Junior. Resta la grande impresa della squadra di D'Orto, al primo anno nella massima serie e capace di arrivare fino a una storica finale. Dal ritorno a Roma l'obiettivo sarà uno solo, la vittoria dello scudetto.

OLIMPUS ROMA-ITALSERVICE PESARO 1-2 (0-0 p.t.)

OLIMPUS ROMA: Ducci, Tres, Bagatini, Marcelinho, Nicolodi, Achilli, Mateus, Di Eugenio, Rafinha, Dimas, Schininà, Caio Junior, Giammarile, Tondi. All. D'Orto

ITALSERVICE PESARO: Espindola, Tonidandel, Canal, Cuzzolino, De Oliveira, Melise, Tazine, Salas, Borruto, Taborda, Obbar, De Luca, Vesprini, Cianni. All. Colini

MARCATORI: 16'01'' s.t. Dimas (O), 19'05'' Borruto (P), 19'39'' Taborda (P)

AMMONITI: Tres (O), Caio Junior (O), Tonidandel (P)

ESPULSI: al 19'22'' del s.t. Caio Junior (O) per somma di ammonizioni

ARBITRI: Dario Pezzuto (Lecce), Nicola Maria Manzione (Salerno), Vincenzo Sgueglia (Civitavecchia) CRONO: Marco Moro (Latina)