Primavera: Juve Stabia-Roma 0-0. Secondo pari stagionale per i giallorossi

di Redazione, @forzaroma

(di Roberto Golino) Nell’ottava giornata del Campionato Primavera, la Roma di Alberto De Rossi è attesa dall’ostica trasferta di Castellammare di Stabia. Al “Romeo Menti”, i giallorossi affrontano i padroni di casa della Juve Stabia. La squadra di Turi, seppur disputando una partita in più , annovera gli stessi punti in campionato dei capitolini; in più le vespe vantano l’imbattibilità tra le mura amiche. Alberto De Rossi si affida al 4-3-3; con Pagliarini in mediana a coadiuvare il lavoro di Cittadino e Matteo Ricci. I locali scendono in campo con un classico 4-4-2; con gli ex Petricciuolo e De Marco pronti a farsi rimpiangere. Nella prima parte di gara il match fatica a decollare: il gioco si sviluppa soprattutto a centrocampo con le due formazioni imbrigliate da un eccessivo tatticismo. Un sostanziale equilibrio scandisce il prosieguo dei primi quarantacinque minuti di gioco; caratterizzati tra l’altro da ben poche emozioni. Al 20′ registriamo il primo sussulto della partita: Matteo Ricci pesca capitan Carboni direttamente da calcio d’angolo; il centrale difensivo ruba il tempo a tutti e con una conclusione di controbalzo terminata fuori di poco, fa venire i brividi ai sostenitori locali. La reazione della Juve Stabia non tarda ad arrivare: al 30′ Elefante guadagna il fondo sulla sinistra e crossa sul secondo palo per l’accorrente Favetta, il quale manca l’appuntamento con il pallone sciupando di fatto una buona occasione. Nel finale di tempo si fa vedere ancora la Roma: Cittadino, liberato al tiro da Bumba, prova di prima intenziona a sorprendere Loffredo, ma la conclusione del centrocampista si perde sul fondo. Nella ripresa la Roma scende in campo con maggior determinazione. Come già avvenuto spesso in questo torneo, i giallorossi cambiano passo nella seconda parte di gara, mettendo in seria difficoltà la retroguardia giallonera. Al 1′ la compagine capitolina sfiora il vantaggio: Loffredo salva i suoi con uno strepitoso doppio intervento che nega la gioia del gol prima a Ferrante, anticipato in uscita dal portiere e poi a Matteo Ricci, il quale una volta recuperata la respinta dell’estremo difensore, subisce il ritorno dello stesso Loffredo, bravo a respingere la conclusione a botta sicura del biondo centrocampista romano. Con il passare dei minuti la veemente reazione degli ospiti si placa, con la formazione di casa abile a prendere le misure ai dirimpettai. La spinta giallorossa subisce poi una brusca battuta d’arresto al 27′: Ferrante, già ammonito, intercetta platealmente il pallone con le mani, “costringendo” il direttore di gara a estrarre il secondo giallo e ad indicare all’attaccante romanista la via per gli spogliatoi. In dieci uomini la Roma controlla comunque la restante parte del match, portando a casa un punto che muove, anche se di poco, la classifica dei giallorossi.

 

TABELLINO

 

JUVE STABIA (4-4-2): Loffredo; Arpino, Mileto, Petricciuolo; De Marco, Gargiulo (38′ st. Somma), Elefante, Gerardi, Festa, Sorriso, Favetta. A disp.: Taglialatela, Vitiello, Cammarota, Volpe, Mattiello, De Falco, Crispino. All.: Turi.

ROMA (4-3-3): Svedkauskas; Somma, Rosato, Carboni, Yamnaine; Cittadino, M. Ricci, Pagliarini (40′ st. Minicucci); Frediani (27′ st. Ferri), Ferrante, Bumba (36′ st. De Santis). A disp.: Zonfrilli, Somma, Sammartino, Battaglia, F. Ricci, Terriaca, Mazzitelli. All.: A. De Rossi.

 

ARBITRO: Fiore di Barletta.

ASSISTENTI: Lacalamita e Prenna di Barletta.

AMMONITI: Rosato, Carboni (R), Sorriso (J).

ESPULSO: 27′ st. Ferrante (R) per doppia ammonizione.

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy