Primavera, De Rossi: “Rammaricato per non aver vinto, ma le considerazioni sono positive. Il risultato pieno arriverà”

Il tecnico dei giallorossi parla della sfida pareggiata con il Milan: “Soddisfattissimo di essere venuti qui e aver giocato bene”

di Redazione, @forzaroma

Niente da fare per la Roma Primavera, che con il Milan trova il terzo pareggio consecutivo dopo quelli con Sampdoria e Sassuolo. I capitolini, nonostante i due pali colpiti, non riescono a trovare la via del gol e così ottengono solo un punto, facendosi agganciare in classifica dall’Inter. Ha parlato della gara il mister Alberto De Rossi ai microfoni di Roma Tv.

Terzo pareggio consecutivo, rimane il rimpianto. Non c’è mai una partita in cui diciamo “beh, ci portiamo a casa un punto”…
Noi facciamo un’altra cosa, lo dobbiamo dire. Se allenassi una squadra di adulti e professionisti sarei rammaricato, ma come faccio a esserlo ora? Certo, sono rammaricato perché non abbiamo vinto con una prestazione del genere, fai fatica a non dire bravi ai ragazzi. Hanno provato in tutte le maniere a fare gol e non sono riusciti. Il Milan è una squadra forte ma le considerazioni sono tutte molto positive, la squadra ha fatto benissimo e il risultato pieno verrà.

Due pali, un tiro a porta vuota, tante occasioni create. Rimanendo all’aspetto tecnico è mancata un po’ di cattiveria sotto porta?
Ma neanche, perché poi abbiamo creato su calcio da fermo finalmente anche noi visto che ne abbiamo subiti tanti. E’ una partita completa, i ragazzi hanno fatto benissimo. Dovevamo vincere anche domenica  adire la verità ma ci sono dei momenti che non va. La cosa più importante è che la squadra c’è, adesso rientreranno anche i 4 calciatori che sono fuori e chi entra fa benissimo. La rosa si allarga automaticamente, per il futuro siamo molto tranquilli.

Oggi due soluzioni a sorpresa: Mastrantonio in un ruolo delicato come quello del portiere e Satriano dal primo minuto in un attacco a 4.
Non è una follia tattica. Un pochino sì perché quest’anno stiamo proponendo un sistema di gioco a trazione anteriore. Devo dire che tutto quello che facciamo noi, le scelte, non sono dovute a una mia idea ma a quello che abbiamo nel gruppo. Non abbiamo Zalewski, non abbiamo Bove, già avanti avevamo provato anche altre soluzioni che hanno fatto bene nell’ultima partita. Questo ragazzo entra e quando entra fa bene perché non dargli una chance? Se tutti i ragazzi corrono e si danno una mano non fanno vedere questo scompenso.

Si fa altro in primavera ma esiste una classifica: siamo primi con l’Inter, è un peccato rispetto a come era partita la Roma?
Vero, la classifica la guardiamo ma la mia formazione è orientata verso altre cose. Io sono soddisfattissimo di essere venuti qui e aver giocato bene. La soddisfazione supera il rammarico del punteggio pieno. E’ vero le ultime tre partite sono arrivati tre pareggi, potevano essere benissimo 6 punti invece che tre. Sono molto tranquillo perché la squadra c’è in tutto e per tutto. In campo era un piacere vederla.

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy