Assemblea AS Roma, Fenucci: “Stadio punto fondamentale del progetto. Entro metà settembre sarà pubblico il sito dove costruire il nuovo impianto”

di Redazione, @forzaroma

E’ iniziata da poche ore  l’Assemblea degli Azionisti dell’AS Roma presso il centro sportivo ‘Fulvio Bernanrdini’. Slittamento a dopo l’estate dell’aumento di capitale e la nomina del nuovo consigliere in quota Unicredit al centro dell’ordine del giorno. Presenti il vicepresidente Joe Tacopina e i consiglieri Mauro Baldissoni e Benedetta Navarra. A presiedere l’assemblea sarà l’amministratore delegato Claudio Fenucci. L’assemblea è iniziata con un minuto di raccoglimento per commemorare la recente scomparsa di due simboli della storia della Roma calcistica: Aldo Maldera e  del generale Ciro Di Martino, ex vicepresidente giallorosso.

L’amministratore delegato Fenucci ha risposto così alle domande dei soci:  “Sugli aumenti di capitale si può e si deve lavorare meglio. Non perdo occasione di ricordare che abbiamo un gap con Inter, Milan e Juve di 100 milioni. Partiamo indietro, ma su questo dobbiamo lavorare. Abbiamo però la fortuna di esportare il marchio Roma. É ovvio che realtà estere come la Premier siano su un’altra dimensione, per ora. Dobbiamo lavorare seriamente con la Lega. Sull’Open Day ci sono stati problemi legali agli afflussi e problemi di sicurezza per cui é stata una scelta obbligata. Sulle maglie spesso c’é un problema tecnico. Il pantone che viene fuori su carta é spesso diverso da quello che viene fuori in realtà. É giusto che venga sviluppata una cultura del merchandising ufficiale: dovremo fare delle campagne in proposito. Il prezzo alto? Stiamo studiando con Kappa una maglia replica che possa essere messa in commercio. Per quanto riguarda i diritti radiofonici in ambito locale, vi posso garantire che la scelta fatta sull’unica offerta pervenuta é in linea con il mercato. Inoltre la scelta é stata fatta anche in base al tipo di emittente, le sue potenzialità, la capacità tecniche e le risorse umane. Riguardo l’accordo con il Coni, questo é stato essenziale in attesa della costruzione del nuovo stadio. Ci siamo concentrati sulle aziende partner che creano utile per la società. Sulla visibilità parziale allo Stadio Olimpico,  so che sono state fatte delle modifiche, ma é ovvio che anche qui ci si inserisce il discorso del nuovo stadio e della costruzione di un impianto ad hoc per il calcio al 100%. Su Trigoria stiamo lavorando ad una ristrutturazione mai fatta finora: abbiamo rifatto il campo della Primavera, ora ci stiamo concentrando sugli spogliatoi ed é in progetto una completa ristrutturazione di tutto il centro. Lo stadio è un punto fondamentale del nostro progetto. Il nostro é un iter pubblico, trasparente, lontano da qualsiasi speculazione. Sarà poi interessante, per aumentare gli utili, lavorare sulle attività collaterali. Siamo in dirittura d ‘arrivo per la short list, ce ne sono state 4 per ora. Entro fine agosto-metà settembre renderemo pubblico il sito dove vorremmo costruire lo stadio della Roma. Non prenderemo in esame solo i discorsi e le peculiarità economiche, ma anche quelle legate alla tradizione. Sulla campagna acquisti, ora dovremmo concentrarci su operazioni in uscita. Anche se in generale la campagna non é terminata”


Sull’aumento di capitale la Neep ha gia versato più di 50 milioni nelle casse dell’As Roma. Il consulente finanziario è stato individuato dalla stessa UniCredit. Sulla percentuale ceduta dall’Inter agli investitori cinesi? Siamo favorevoli, dato anche il nostro status. La Consob ci ha suggerito di posticipare dopo l’estate il CdA per la delibera del nuovo aumento di capitale . Un aumento di capitale che ormai é stato accordato e i versamenti sono già stati effettuati. Su questo non ci sono minimamente passi indietro”

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy