R. Sensi: “Totti un simbolo a cui manca solo il Pallone d’Oro. Mondiali 2014? Spetta a lui e Prandelli decidere”

di finconsadmin

“Francesco e’ un simbolo, un esempio, che non solo rimarra’ nella storia del calcio italiano, ma per tutti i ragazzi che vogliono avvicinarsi al mondo del calcio, perche’ e’ rimasto un uomo semplice, non solo un grande professionista e un grande uomo, cresciuto con dei grandi valori che gli sono stati trasmessi dalla sua famiglia”.?Rosella Sensi,?ex presidente della Roma ed assessore capitolino, parla con affetto di Francesco Totti. Il capitano giallorosso domani tagliera’ il traguardo dei 20 anni in serie A.
Lui esordi’ 20 anni fa e pochi giorni dopo Franco Sensi compro’ la Roma con Mezzaroma. E’ stata una storia che ci ha accompagnato fino a due anni fa, in cui siamo cresciuto insieme. Ci sono stati tantissimi momenti belli, ma anche momenti di condivisione e di grandi sacrifici, fatti insieme per amore di questa societa’”, spiega l’ex presidente giallorosso. Rosella Sensi quando rinnovo’ il contratto di Totti per cinque anni fu molto criticata, ma i fatti le stanno dando ragione.?”Il contratto di Totti andrebbe prolungato? Non dovete chiederlo a me. Io vedo Francesco giocare sempre meglio. E’ ancora lontano il giorno cui smettera’? Non ci voglio neanche pensare, e’ un simbolo anche per l’entusiamo e la voglia che mette quotidianamente in questo sport, e per la passione che trasmette a tutti“. Al numero 10 giallorosso manca un solo riconoscimento. “Innanzitutto a Totti credo manchi il Pallone d’Oro, che sarebbe strameritato. I Mondiali del 2014? Sara’ una scelta del mister e di Francesco, ma quello che manca a Francesco e’ il riconoscimento di un Pallone d’Oro. Credo se lo meriti per la coerenza, le scelte che ha fatto e quello che ha dimostrato sul campo”, conclude l’ex presidente giallorosso.

Fonte: Adnkronos

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy