Zenit, tifosi non vogliono in squadra giocatori gay o di colore. Spalletti: “Forma di stupidità”

di Redazione, @forzaroma

Lo Zenit si dissocia dal delirante documento e lo fa anche attraverso le parole che Spalletti affida al sito della società. ”La tolleranza e’ la capacita’ di comprendere e accettare la diversità. Essere tollerante -dice il tecnico toscano- significa anche lottare contro ogni forma di stupidità”.

 

Lo Zenit, proprio per contrastare i comportamenti riprovevoli di alcuni fans, e’ impegnato in una serie di iniziative in collaborazione con le autorita’ cittadine. ”Posso garantire che faro’ il possibile per aiutare chi cerca di spiegare alla gente cosa sia la tolleranza e quanto sia importante rispettare la cultura e le tradizioni di tutti -prosegue Spalletti-. Lo Zenit ha dimostrato con i fatti cosa significhi tenere un comportamento tollerante e aperto. La squadra” nella quale milita anche Mimmo Criscito ”ha accolto giocatori provenienti da diversi paesi. Gli atleti lavorano bene insieme per raggiungere un obiettivo comune, i loro sforzi hanno portato e portano risultati tangibili”. Quando si parla di tifosi violenti, Spalletti precisa che ”non tutti i fans fanno certe cose. Sono solo alcuni e fanno parte di una cerchia ristretta. Sono sicuro che avremo la meglio, con l’aiuto di tutti gli altri supporters, nettamente piu’ numerosi”.

 

A San Pietroburgo, Spalletti e’ stato accolto benissimo. ”La gente e’ sempre stata apertissima. Se ci si comporta bene, San Pietroburgo si prenderà’ cura di te in maniera splendida. La citta’ e’ accogliente e pronta a ogni tipo di esperienza. Allo stesso tempo, non dobbiamo dimenticare che San Pietroburgo e’ una citta’ ricca di storia ed e’ pronta a difendere le proprie tradizioni”, dice Spalletti. (Adnkronos)

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy