Tommasi: “I calciatori vogliono giocare. La soluzione migliore è prorogare i contratti”

Il presidente dell’AIC aggiunge: “Il gentlement agreement è una delle strade, ma ci sono club di Serie A che hanno giocatori in prestito e allungarli diventa un problema”

di Redazione, @forzaroma

“Se ci sono le condizioni, i calciatori sono contenti di ripartire. Criticare, non significa essere contro la ripresa. Temperature, viaggi e non solo: le criticità ci sono e le evidenziamo, ma la volontà è comunque di giocare nel miglior modo possibile”. A parlare è Damiano Tommasi, presidente dell’AIC, intervenuto a ‘Sky Sport’. Il numero uno dell’Associazione Italiana Calciatori è tornato anche sulla delibera della Figc che permette ai club di iscriversi al prossimo campionato anche pagando una sola mensilità entro fine agosto: “Siamo preoccupati soprattutto per la Lega Pro. Nelle riunioni precedenti non era mai uscito questo provvedimento. I giocatori di Serie C potrebbero vedere la prossima mensilità solo ad agosto e questo non può farci piacere”. 

Sulla scadenza dei contratti: Il gentlement agreement è una delle strade. Ma ce ne sono anche altre: ci sono club di Serie A che hanno giocatori in prestito in altri club e allungarli diventa un problema, soprattutto se poi quelle squadre devono affrontarsi. Se i giocatori hanno già firmato con altre squadre, non so se e come correranno il rischio di scendere in campo con la possibilità di infortunarsi. La soluzione migliore è prorogare contratti in essere con le stesse condizioni”.

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy