Tavecchio: “Servono gli stadi, sono fondamentali per crescere”

Il presidente della Figc è tornato a parlare del problema degli stadi di proprietà in Italia: ce ne sono solamente 3 (Juventus, Udinese, Cagliari)

di Redazione, @forzaroma

Carlo Tavecchio, presidente della Figc, intervenuto al ‘Forum Sport e Business’ de Il Sole 24 Ore, ha parlato del problema degli stadi in Serie A. “Abbiamo solo tre stadi con quattro stelle  questo non è possibile. Abbiamo un gap notevolissimo da recuperare“, ha esordito.

Il presidente ricorda come lo sport non venga “per forza dopo altri interessi strategici per il Paese“. Tavecchio torna a rimarcare il “deficit conclamato” delle società di calcio italiano e la necessità di un supporto, anche pubblico, per la crescita del sistema. “Servono gli stadi, i dirigenti e le riforme che non vanno più individuate con un metodo tecnocratico: corriamo il rischio di fissare target senza avere le squadre in grado di applicarli”. La soluzione è “creare una specie di rating dove se hai lo stadio adeguato, un settore giovanile valido, la possibilità di fare mercato o di sostenere un debito etc, puoi giocare in serie A. Se non ce l’hai non ci giochi”. Per il presidente, se questa concezione non passasse, si arriverebbe al “declino del sistema“.

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy