Serie A, Empoli-Milan 2-2

Un Empoli coraggioso ferma il Milan al Castellani. I toscani in vantaggio 2 a 0 dopo un grande primo tempo, subiscono il ritorno del Milan, a segno con Torres e Honda

di Bruno Di Benedetto, @BrunoDibe

Anticipo della quarta di campionato. Al Castellani si affrontano l’Empoli, ultimo in classifica e ancora a caccia della prima vittoria, e il Milan, che deve assolutamente rilanciarsi dopo la sconfitta in casa contro la Juventus.

Nel 4-3-3 di Inzaghi la più grande novità è Torres, esordio da titolare per lui, collocato al centro dell’attacco accanto a Menez e Honda. Primi minuti assoluti anche per Van Ginkel, che dovrà però lasciare il campo dopo mezz’ora per un problema alla caviglia destra. L’Empoli ripropone per nove undicesimi la formazione vista a Cesena: il modulo è una sorta di 4-3-1-2, dove Verdi parte alle spalle delle punte Pucciarelli e Tavano.

Si parte ed è l’Empoli ha comandare il gioco, con passaggi rapidi in fase di possesso e pressing estenuante per recuperare la palla. Dopo venti minuti i toscani hanno tirato quattro volte in porta, e in due occasioni sono andati a segno: al 13′ con Tonelli, di testa su calcio d’angolo, e al 21′ con Pucciarelli, che finalizza uno schema da calcio di punizione. Il Milan è spaesato e non riesce a reagire: in inferiorità numerica a centrocampo grazie al lavoro di Verdi, subisce la velocità dei piccoletti dell’Empoli, che riescono con facilità a rendersi pericolosi. Nel finale di tempo tuttavia il Milan riesce a far valere la sua qualità in attacco, complice anche il calo degli avversari, e al 43′ accorcia le distanze con Torres. 

 

Dopo la pausa, l’Empoli prova a riprendere dove aveva lasciato, e in effetti per qualche minuto riesce nell’intento di rendersi pericoloso. Al ’57 però il Milan pareggia con Honda, e quando pochi minuti più tardi un gran tiro di Menez si stampa sulla traversa, è evidente che l’inerzia della partita è cambiata. Il Milan aumenta la pressione e Torres va vicino al gol al 63′, ma in poco tempo la fatica si fa sentire anche per i rossoneri e il forcing si fa meno preciso. A dieci dalla fine l’Empoli sembra non averne proprio più, e a farne le spese è il mediano Valdifiori, che nel giro di due minuti si fa ammonire ed espellere per due falli dettati dalla poca lucidità. Da lì in poi il Milan prova l’assedio, senza però ottenere più di qualche colpo di testa poco pericoloso. Finisce quindi 2 a 2, tra gli applausi dei padroni di casa. Il Milan sale a quota 7 e può solo sperare di non vedere le due capoliste allontanarsi ulteriormente. 

 

TABELLINO

Empoli-Milan 2-2

Empoli (4-3-1-2): Sepe; Laurini (70′ Hysaj), Rugani, Tonelli, Màrio Rui; Vecino, Valdifiori, Croce; Verdi; Tavano (64′ Maccarone), Pucciarelli (76′ Zielinski).
A disposizione: Pugliesi, Bassi, Perticone, Barba, Bianchetti, Moro, Signorelli, Guarente, Rovini.
Allenatore: Sarri.

Milan (4-3-3): Abbiati; Abati, Bonera, Zapata, De Sciglio; Muntari (46′ Poli), De Jong, van Ginkel (31′ Bonaventura); Honda, Ménez, Torres (81′ Pazzini).
A disposizione: Agazzi, Gori, Mexes, Rami, Albertazzi, Armero, Zaccardo, Niang, El Shaarawy.
Allenatore: Inzaghi.

Reti: 13′ Tonelli (E); 21′ Pucciarelli (E); 43′ Torres (M); 58′ Honda (M).

Arbitro: De Marco.
Ammoniti: 20′ Zapata (M); 36′ Muntari (M); 42′ Vecino (E); 50′ De Sciglio (M); 86′ Valdifiori (E).
Espulsi: 86′ Valdifiori (E).
Note: 45′ espulso Sarri (E).

 

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy