Serie A, Verona-Cagliari 2-1: Di Carmine fa volare l’Hellas, esordio amaro per Zenga

I gialloblù vanno a -1 dal Napoli e dall’Europa League, i sardi continuano la discesa libera nonostante l’arrivo del nuovo allenatore: due espulsi

di Redazione, @forzaroma

Verona-Cagliari è stata la partita delle conferme. L’Hellas ha ripreso da dove aveva concluso, gioco frizzante, corsa e qualità nelle giocate. I sardi, con Walter Zenga all’esordio in panchina, prendono un po’ di fiducia solo dopo il rosso a Borini, ma senza comunque creare grossi pericoli a Silvestri. È la serata di Samuel Di Carmine, che al 14′ porta in vantaggio il Verona con un colpo di testa e poi raddoppia al 26′ con un super gol da fuori. Il Cagliari subisce molto, i padroni di casa prendono anche una traversa, poi l’inerzia della partita cambia con l’espulsione di Borini. Poche occasioni vere in ogni caso per i rossoblù, che però accorciano nel finale di primo tempo con Simeone. Poi il doppio giallo a Cigarini ristabilisce la parità numerica in campo, gli uomini di Juric non ne hanno più ma i sardi non riescono ad approfittarne. Finisce 2-1 per il Verona, che sale a quota 38 punti in classifica a -1 dal Napoli e dall’Europa League. I rossoblù continuano la discesa libera: la vittoria manca dal primo dicembre.

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy