Serie A, Napoli-Sampdoria 2-0

di finconsadmin

Il lunch match della diciottesima giornata di serie A vede il Napoli ospitare la Sampdoria. Gli azzurri hanno la possibilità di recuperare punti sulla Roma, ma, per farlo, devono interrompere la serie positiva dei blucerchiati, che dura da quando Mihajlovic siede sulla panchina ligure.

 

Benitez lascia fuori Pandev dal terzetto dei trequartisti alle spalle di Higuain, dove si sistemano Callejon, Mertens e Insigne; Mihajilovic si schiera a specchio con il 4-2-3-1  con Eder ad agire da riferimento mobile e Gabbiadini, Soriano e Krsticic ad agire alle sue spalle. Partita vivace con ritmi godibili con entrambe le squadre che propongono gioco. Le occasioni migliori sono dei padroni di casa: al 10’ Higuain gira con il piatto a colpo sicuro da centro area ma trova una grande risposta d’istinto di Da Costa; al 20’ Callejon al termine di una splendida azione personale calcia alto dal limite dell’area. La Samp fa la sua partita senza alcun timore, regge l’urto a centrocampo con Palombo e Obiang, riuscendo a non farsi schiacciare e a proporre trame interessanti. Al 38’ Higuain lavora il pallone sulla fascia sinistra lo suggerisce al centro con un delizioso esterno che giunge a Callejon con qualche giro di troppo; lo spagnolo riesce a toccarlo, ma senza la precisione necessaria per indirizzarlo in porta.

 

Nella ripresa gli azzurri partono forte e al 53’ trovano il vantaggio: Higuain riceve sul filo del fuorigioco sulla destra e offre il pallone a Mertens, che di piatto trafigge Da Costa. L’1-0 non spegne i blucerchiati che al 58’ colpiscono la traversa con un gran sinistro a rientrare di Gabbiadini, ma è di nuovo Mertens a punirli al 62trovando il gol del 2-0 con una splendida punizione. Con il secondo gol degli azzurri la strada per gli uomini di Mihajilovic si fa in salita, il morale si abbassa e l’intensità del gioco cala; ne approfittano i padroni di casa, che trovano spazio per le deliziose combinazioni dei loro attaccanti rendendosi più volte pericolosi. Gli uomini di Benitez sono brillanti in avanti ma tendono a distrarsi in difesa e, al 78’, per poco la Samp non riesce a tornare in partita con Gabbiadini, che con un altro sinistro a giro coglie entrambi i pali senza che il pallone varchi la linea; davvero sfortunato l’attaccante doriano in questo secondo tempo che lo ha visto colpire tutti i legni della porta difesa da Rafael. I minuti finali scorrono con qualche brivido di troppo per il Napoli, che alla fine riesce comunque a condurre in porto il risultato e portare a casa i tre punti.

 

TABELLINO

 

Napoli-Sampdoria 2-0

 

Napoli (4-2-3-1): Rafael; Maggio, Fernandez, Albiol, Reveillere(48’Armero); Inler, Dzemaili; Mertens, Callejon(82’Radosevic), Insigne; Higuain(76’Zapata).
A disposizione: Colombo, Contini, Uvini, Britos, Bariti, Pandev.
Allenatore: Rafa Benitez.

 

Sampdoria (4-2-3-1): Da Costa; De Silvestri, Mustafi, Gastaldello, Regini(71’Costa); Palombo, Obiang; Gabbiadini, Soriano(65’Sansone), Krsticic(76’Pozzi); Eder.
A disposizione: Fiorillo, Rodriguez, Salamon, Maresca, Gavazzi, Renan, Wszolek, Bjarnason,Petagna.
Allenatore: Sinisa Mihajlovic.

 

Arbitro: Banti

 

Reti: 53’,62’ Mertens
NOTE Ammoniti:
Obiang, Regini, Higuain, Mertens, Mustafi,Zapata,
Espulsi:-

 

P.Pennisi

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy