Serie A, Livorno-Udinese 1-2

di finconsadmin

La diciassettesima giornata della serie A 2013/14 si apre a Livorno con gli amaranto che ospitano l’Udinese. Entrambe le squadre, reduci da un periodo negativo, sono a caccia di punti per migliorare la propria classifica e passare un Natale sereno.

 

I padroni di casa si schierano con il consueto 3-5-1-1, con Siligardi in supporto al brasiliano Paulinho, unica punta. Guidolin sceglie il 3-4-2-1 con Nico Lopez e Pereira ad agire sulla trequarti  alle spalle di Di Natale e lancia sulla fascia sinistra il brasiliano Douglas, all’esordio in serie A. Avvio su ritmi sostenuti con l’Udinese molto aggressiva ed il Livorno a cercare di chiudersi per ripartire negli spazi. Al 10’ i friulani passano in vantaggio: Nico Lopez attacca deciso Emerson su un disimpegno, gli ruba il pallone, entra in area da solo e batte Bardi con un preciso rasoterra. Gli amaranto reagiscono immediatamente con un tiro dal limite dell’area di Greco che impegna Brkic sul primo palo, poi continuano ad attaccare con orgoglio, costringendo il portiere bianconero ad altri due grandi interventi, su un piatto di Luci  e su un tiro dal limite di Siligardi. Il grande sforzo dei padroni di casa trova il suo coronamento al 32’, quando il solito Siligardi, si incunea in area di rigore saltando Domizzi e batte Brkic con un destro chirurgico. Raggiunto il pareggio gli amaranto tirano un po’ il fiato, si abbassano leggermente e, sul finale di tempo, l’Udinese va vicinissima al gol con un tiro cross di Allan che, deviato, prende una strana traiettoria e costringe Bardi ad un salvataggio affannoso, con l’aiuto della traversa.

 

In avvio di ripresa le due squadre assumono un atteggiamento più guardingo, riservando maggiore attenzione alla fase difensiva, costruendo meno rispetto allo scoppiettante primo tempo. Il gioco è in mano ai friulani, che, arrivati sulla trequarti, sbattono sulla densità amaranto e faticano a produrre palle gol. La situazione si sblocca al 65’ quando su un calcio d’angolo, Danilo trova la deviazione area che costringe Bardi ad un miracolo; sulla ribattuta il pallone finisce a Heurtaux che deve solo spingerlo in porta per riportare in vantaggio i suoi. Il gol galvanizza gli ospiti che provano a chiudere la partita, mentre il Livorno sembra aver accusato il colpo sul piano psicologico e non riesce a reagire. Nicola si gioca la carta Emeghara per dare più peso al proprio attacco passando al 4-3-3, ma nemmeno il cambio di modulo e la freschezza dell’attaccante riescono a rivitalizzare il gioco amaranto e Brkic non corre più alcun pericolo. La partita termina sull’1-2 e l’Udinese si porta a casa tre punti e una bella boccata di ossigeno per la sua classifica.

 

TABELLINO

 

Livorno-Udinese 1-2

 

Livorno (3-5-1-1): Bardi; Coda (58’Valentini), Emerson, Ceccherini(79’ Mbaye); Schiattarella, Luci, Biagianti, Greco, Lambrughi(70’ Emeghara); Siligardi, Paulinho.
A disposizione:
Anania, Aldegani, Gemiti, Decarli, Belinghieri, Mosquera,Benassi, Borja, Hernandez, Rinaudo.
Allenatore: Davide Nicola.

 

Udinese (3-4-2-1): Brkic; Heurtaux, Danilo, Domizzi; Basta, Lazzari (55’Pinzi), Allan, Douglas(63’Gabriel Silva); Pereyra, Nico Lopez; Di Natale(75’Bruno Fernandes).
A disposizione: Kelava, Naldo, Bubnjic, Badu, Milnar, Jadson, Widmer, Maicosuel.
Allenatore: Francesco Guidolin.

 

Arbitro : Doveri di Roma

 

Reti : 10’ Nico Lopez, 32’ Siligardi, 65’ Heurtaux
NOTE Ammoniti :
Schiattarella, Lazzari,Greco, Basta,Emerson,Heurtaux

 

P.Pennisi

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy