Serie A, Cvc pronta a comprare 10 anni di diritti tv dal 2021

La società di private equity avrebbe fatto un’offerta miliardaria. L’idea è di fondare una newco ma c’è l’ostacolo della legge Melandri

di Redazione, @forzaroma

Non si gioca, ma c’è chi è comunque pronto a comprarsi la Serie A. Non tutte le squadre ovviamente, quello sarebbe impossibile, ma l’asset più prezioso nelle mani dei club, quei diritti tv, al cui valore molti presidenti hanno affidato la salvezza della propria società. Secondo quanto riporta Il Sole 24 ore, infatti il gruppo Cvc, un colosso del private equity, avrebbe pronta un’offerta miliardaria per rilevare dalle 20 squadre della massima serie i diritti tv per i prossimi dieci anni a partire dal 2021, quando scadranno gli attuali contratti.

L’idea sarebbe quella di creare una newco a cui andrebbero in capo i diritti che poi negozierebbe con i broadcaster la rivendita degli stessi. Il vantaggio per i presidenti sarebbe evidente. Poter disporre fin da subito di cifre importanti in modo da poter gestire anche nel lungo periodo il proprio club senza così essere costretti a vendere i pezzi pregiati del proprio asset ed indebolire così la squadra, per far quadrare i bilanci. Ci sono però diversi ostacoli. In primo luogo la legge Melandri che regola la vendita dei diritti tv. Prevede infatti che tutti i diritti non possano essere in capo ad unico soggetto.

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy