Serie A, Atalanta-Genoa 1-1

di finconsadmin

Il posticipo domenicale della trentacinquesima giornata della Serie A 2013/14 prevede la sfida tra Atalanta e Genoa allo stadio Atleti Azzurri d’Italia di Bergamo. Le due squadre occupano una posizione di centro classifica e non hanno più nulla da chiedere a questo campionato; possono dunque giocarsi la partita senza timori e regalare uno spettacolo gradevole agli spettatori.

 

Colantuono schiera i suoi con una sorta di 4-3-3 con Denis centravanti ed Estigarribia e Bonaventura ai suoi fianchi; a centrocampo il giovane e talentuoso Baselli affianca Cigarini e Migliaccio. Gasperini non rinuncia al suo 3-4-3 e sceglie Fetfatzidis, Gilardino ed Antonelli per comporre il suo tridente; sulla corsia di destra torna Vrsaljko, mentre sul lato opposto agisce De Ceglie. L’avvio della partita non tradisce le aspettative ed è piuttosto vivace: al 3’ Baselli riceve da una sponda di Denis e calcia di poco a lato; al 12’ è il Genoa a farsi pericoloso con una splendida conclusione di Bertolacci che centra il palo. Si prosegue su ritmi alti con entrambe le squadre che cercano di trovare la via del gol finchè al 28’ il Genoa passa: Fetfatzidis scatena la corsa di Antonelli sulla fascia sinistra; l’esterno arriva sul fondo e mette in mezzo un gran pallone che De Ceglie infila in porta di testa. I padroni di casa incassano bene il colpo e reagiscono subito, cercando di riacciuffare il pareggio: al 38’ Stendardo fallisce una ghiotta occasione mettendo alto di testa su assist di Bonaventura.

 

In avvio di ripresa l’Atalanta attacca con maggiore convinzione e i risultati si vedono: al 49’ Bonaventura pesca Denis in area con una magia e Portanova lo stende, l’arbitro fischia rigore ed espelle il difensore rossoblù; dal dischetto si presenta Denis ma Perin si oppone e salva il risultato. I nerazzurri continuano a premere, cercando di capitalizzare la superiorità numerica; il Genoa prova a resistere chiudendosi a riccio e costringendo gli avversari a far girare il pallone sulla trequarti alla ricerca di un varco. I nerazzurri ci provano in tutti i modi: al 66’ Benalouane anticipa la difesa ospite su un calcio d’angolo e prova la conclusione aerea, ma colpisce in pieno la traversa, poi, un minuto più tardi, Denis sciupa una buona occasione alzando troppo la traiettoria del suo colpo di testa su suggerimento di Cigarini. Dopo un grande sforzo e tante occasioni, all’81, la pressione degli uomini di Colantuono va a buon fine: al termine di un’azione d’attacco insistita dei nerazzurri, De Luca, in sospetta posizione di fuorigioco, infila il pallone in acrobazia nella porta lasciata sguarnita da Perin, rimasto a terra dopo l’ennesimo miracolo della serata su una conclusione violenta e ravvicinata di Stendardo. Nel concitato e nervoso finale il Genoa reclama un rigore per una trattenuta di Lucchini su Gilardino, mentre l’Atalanta continua ad attaccare per cercare di completare la rimonta, ma il risultato non cambia più, finisce 1-1.

 

TABELLINO

 

Atalanta-Genoa 1-1

 

ATALANTA (4-3-3): Consigli; Benalouane(89’Betancourt), Lucchini, Stendardo, Del Grosso; Baselli(84’Raimondi), Cigarini, Migliaccio; Estigarribia(30’De Luca), Denis, Bonaventura.
A disposizione: Sportiello, Frezzolini, Nica, Bellini, Scaloni, Brivio, Kone, Giorgi.
Allenatore: Stefano Colantuono.

 

GENOA (3-4-3): Perin; Antonini, Portanova, Marchese(63’De Maio); De Ceglie(74’Gamberini), Sturaro, Bertolacci, Vrsaljko; Fetfatzidis(53’Burdisso), Gilardino, Antonelli.
A disposizione: Bizzarri, Donnarumma, Motta, Cabral, Cofie, Konate, Sculli.
Allenatore: Gian Piero Gasperini.

 

Arbitro: Peruzzo.
Reti: 28’De Ceglie, 81’De Luca,
NOTE Ammoniti:
Cigarini, Antonini, Marchese, Bonaventura,Gilardino,Perin,
Espulsi:
51’Portanova

 

   P.Pennisi

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy