Serie A, 15/a giornata: vincono Atalanta, Fiorentina, Chievo ed Empoli

Serie A, 15/a giornata: vincono Atalanta, Fiorentina, Chievo ed Empoli

Viola secondi, bergamaschi in zona Europa League. Il Frosinone sciupa tutto per colpa di Diakitè. Esordio amaro per Del Neri sulla panchina veronese

di Redazione, @forzaroma

Le quattro partite della domenica pomeriggio vanno via senza eccessive sorprese. La Fiorentina sfrutta la caduta del Napoli e il pari della Roma per portarsi a -1 dall’Inter capolista. L’Atalanta prosegue la sua incredibile striscia positiva, liquida un inconsistente Palermo e sogna: è sesta con 24 punti, tre in meno della Juventus. Sfortunatissimo il nuovo Verona di Del Neri, che si trova davanti un insuperabile Skorupski e cade in casa per mano di Costa. Il Chievo espugna Frosinone, idem l’Empoli a Verona.

ATALANTA-PALERMO 3-0
Terzo successo consecutivo in campionato, quarto inclusa la Tim Cup: l’Atalanta di Reja vola al 6° posto in classifica e decide tutto nei primi 45 minuti. Avanti con Denis al 18′: l’argentino intercetta un tiro forte di De Roon, controlla e punisce Sorrentino da posizione ravvicinata. Poi ci pensa Cherubin al 26′ con un bel colpo di testa da calcio d’angolo. I rosanero provano a reagire, Chochev è tra i più pericolosi della squadra di Ballardini ma non basta. I padroni di casa chiudono definitivamente i giochi a fine match con l’olandese De Roon: tiro forte e angolato di sinistro, nulla da fare per Sorrentino.

FIORENTINA-UDINESE 3-0
Fortunata e cinica la squadra di Paulo Sousa. Tre, tre punti e secondo posto consolidato alle spalle dell’Inter. Il vantaggio è di Badelj: tiro dai venti metri del croato, conclusione centrale ma sulla traiettoria – in gioco – c’è Kalinic che devia con il tacco e beffa Karzenis. Inizialmente viene assegnato il gol al numero 9 dei viola, ma la regola dice che se il tiro è nello specchio della porta, anche se a deviare è un compagno la marcatura è da assegnare all’autore della conclusione. Nella ripresa Udinese che ci prova, ma un intervento irruente di Badu su Kalinic induce giustamente l’arbitro a fischiare il penalty: Ilicic tira forte e a mezza altezza, nulla da fare per l’estremo difensore friulano. Il terzo arriva al 41′ con Gonzalo Rodriguez, abile a battere di testa su cross dalla trequarti destra.

FROSINONE-CHIEVO 0-2
I ciociari vorrebbero il secondo successo consecutivo, mai successo in serie A, ma non hanno la stessa verve vista col Verona la scorsa settimana. Dall’altra parte i clivensi si rendono pericolosi in rare occasioni, ma a rovinare tutto per i padroni di casa ci pensa l’ex Lazio e Fiorentina Diakitè, che a 2 minuti dal termine atterra Meggiorini in area di rigore. Sul dischetto implacabile Paloschi, che spiazza Leali. Al terzo di recupero, in contropiede, Meggiorini chiude i giochi battendo Leali con un destro sul primo palo. La squadra di Maran sale a 19 punti, quella di Stellone rimane terz’ultima con 5 punti in più del Carpi e uno in meno del Palermo in crisi.

VERONA-EMPOLI 0-1
Buono il gioco a tratti, male il risultato. L’esordio con l’Hellas di Del Neri non regala i 3 punti, nemmeno un po’ di fortuna. Toni e compagni si trovano di fronte un insuperabile Skorupski, già decisivo domenica scorsa contro la Lazio. Il polacco interviene in almeno quattro occasioni, strozzando l’esultanza in gola agli avversari. Alla prima vera occasione, però, sono i toscani a gioire: Costa colpisce di testa trovando l’intervento di Gollini, ma la palla rimane lì e la conclusione sempre di Costa si insacca passando sotto al portiere veronese e sotto le gambe di un difensore.

Serie A 15/a Giornata


Classifica

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy