Serie A, 11/a giornata: Fiorentina-Frosinone 4-1. Show dei viola, primato riconquistato

La squadra di Sousa liquida i ciociari con 4 reti tutte nel primo tempo. Adesso è di nuovo prima, aspettando il Napoli

di Redazione, @forzaroma

I viola di Paulo Sousa si riprendono alla grande dopo tre sconfitte negli ultimi 4 incontri ufficiali tra campionato ed Europa League. Asfaltato il piccolo Frosinone, reduce da un pareggio col Carpi nel turno infrasettimanale. Il tecnico portoghese si può permettere di far riposare Kalinic, Marcos Alonso, Ilicic e Bernardeschi senza che la squadra ne risenta minimamente.

PRIMO TEMPO

Come prevedibile è la Fiorentina a fare la partita, imponendo il suo gioco agli ospiti che provano a contenere le folate offensive avversarie. Al 23′ vantaggio viola che arriva in maniera rocambolesce, con Rebic che vuole crossare ma la traiettoria beffa il portiere Zappino, con la sfera che batte sul palo interno e si insacca: 1-0. Passano pochi minuti ed ecco il raddoppio, con Gonzalo Rodriguez che si inserisce su cross da calcio piazzato e con un delizioso tacco batte l’estremo difensore ciociaro: 2-0. Passa un solo minuto e la Fiorentina chiude il match: Mati Fernandez viene atterrato in area dall’ex laziale Diakitè, è calcio di rigore e sul dischetto si presenta Babacar (schierato al posto di Kalinic) che con un cucchiaio realizza il 3-0. Fiorentina inarrestabile. Tanto che al 42′ arriva anche il quarto, con Suarez che sfrutta un altro pasticcio di Diakite, in giornata decisamente storta.

SECONDO TEMPO

Come se nulla fosse successo, i padroni di casa ricominciano il match a caccia di un gol. Ci vanno vicini sia Suarez sia Giuseppe Rossi – subentrato addirittura al posto di Roncaglia – ma il Frosinone si salva. Stellone prova a cambiare qualcosa buttando nella mischia Longo, Carlini e il leader Gucher al posto di Daniel Ciofani, Chisbah e Sammarco ma il trend è sempre lo stesso finché, negli ultimissimi minuti di gara, un sussulto dell’ex romanista Verde, servito da Carlini, non sveglia il Frosinone che all’86’ segna il gol della bandiera con Frara: appoggio facile a porta vuota dopo bella azione di Longo che salta Rodriguez e Lezzerini (subentrato a Tatarusanu): 4-1.

Serie A 11/a Giornata


Classifica

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy