Forzaroma.info
I migliori video scelti dal nostro canale

news calcio

Sabatini: “Con Mourinho un ds non serve. Ho fatto di tutto per tenere Scamacca”

Getty Images

"Sul futuro sogno meno. Mi piacerebbe ripartire da Napoli e Torino"

Redazione

"Resta la delusione per come è finita col Bologna”. Con queste parole, l'ex ds della Roma Walter Sabatini torna sull'addio rossoblù. Intervistato da Tuttosport, poi ha aggiunto: “Non sono andato via di mia volontà. Il presidente Saputo mi ha indicato la porta e io non ho fatto barricate”. Il dirigente, che recentemente ha speso parole al miele a proposito della sua esperienza in giallorosso, è tornato a parlare della sua avventura a Trigoria e sullo Special One ha detto: "Avrei preso anch’io Mourinho alla Roma, sapendo però che con lui il ds non sarebbe servito". Non sono mancate le parole per i giovani promettenti. Come per Scamacca del Sassuolo, cresciuto a Trigoria: "Ho sempre pensato a Scamacca come il centravanti della Roma del futuro e adesso lo potrebbe essere benissimo. Purtroppo, quando Scamacca era negli Allievi, feci di tutto per trattenerlo, proponendogli anche un contratto da prima squadra. Ma la famiglia viveva nella periferia di Roma e voleva fare questa esperienza in Olanda, al Psv. Magari Gianluca nella Juve non farebbe la differenza nel breve periodo come Icardi, ma è in fase di completamento e diverrà un top. Se in Italia il miglior centravanti è Vlahovic, Scamacca è il secondo". E sul futuro: “Sogno di meno, diciamo che mi piacerebbe ripartire da club storici che in qualche modo mi assomigliano, per esempio Torino e Napoli”.