Rocchi: “Il Var a chiamata potrebbe essere preso in considerazione”

L’ex arbitro: “Le società lo richiedono”. L’ultima parola spetterà all’IFAB

di Redazione, @forzaroma

L’ex arbitro Gianluca Rocchi, oggi comunicatore dell’AIA e interlocutore tra l’associazione dei fischietti italiani e le varie società, ha parlato a Rai Sport, all’interno di “Novantesimo minuto”, della possibilità di introdurre il Var a chiamata. Queste le sue dichiarazioni: “Tra le società c’è una richiesta di poter usufruire, un domani, del VAR a chiamata. Questa è una cosa che potrebbe essere presa in considerazione. Posso dire con piacere che durante i miei interventi vedo disponibilità e apertura dai parte dei calciatori“.

Allo stato attuale, il regolamento non prevede la possibilità che il controllo del replay al Var (il cosiddetto “check”) venga chiamato da uno dei due allenatori. Le modalità di questa eventuale opzione dovranno comunque essere decise dall’IFAB.

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy