Polemica Serie A-Governo, la Figc: “Nessun accordo o indicazione di date”

La federazione chiarisce la posizione in merito allo scontro sulla ripartenza del campionato

di Redazione, @forzaroma

Non accenna a fermarsi la polemica tra il mondo del calcio e il governo. Ieri sera l’ultimatum della Lega di Serie A che ha imposto come data ultima per la ripartenza del campionato il 14 giugno. “Non c’era nessun accordo e nessuna indicazione di date”, fa sapere la Figc all’Ansa. Durante il confronto in video conferenza, spiegano a via Allegri, “è stata la Lega di Serie A a manifestarne l’esigenza, non appena le condizioni lo avessero consentito”. Il presidente della Figc Gabriele Gravina, intende approfondire la situazione nella riunione del prossimo consiglio federale dell’8 maggio, perché “fughe in avanti sono ritenute dannose per il calcio italiano”. Secondo la Lega, il governo avrebbe disatteso le promesse sulla ripresa degli allenamenti.

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy