Platini: “Il calciomercato è malato”

di finconsadmin

 Il presidente dell’Uefa, Michel Platini, ha definito oggi “malato” il sistema del calcio mercato, visto anche l’ormai imminente ingaggio del gallese Gareth Bale da parte del Real Madrid per una cifra vicina ai 100 milioni di euro. “Nessuno rispetta piu’ i contratti. Quando si firma un contratto, bisogna rispettarlo. Questa e’ la mia opinione. C’e’ qualcosa di malato in tutto il calcio mercato”, ha aggiunto il francese a Montecarlo.

 

 

L’ex calciatore considera che i giocatori non appartengono piu’ alle squadre, come ai suoi tempi, bensi’ agli agenti. Per Platini, il problema non sta unicamente nel pagare piu’ di cento milioni per un giocatore. “Se il Real Madrid comprasse tre giocatori da 30 milioni, nessuno direbbe niente”, ha proseguito.

 

 

“La somma dei trasferimenti e’ sempre stata motivo di discussione, perfino quando i pagamenti record erano ancora con numeri ad una cifra”, ha sottolineato Platini. Il dirigente francese crede che la Fifa dovrebbe pensare essenzialmente ad un cambiamento del sistema dei pagamenti e del flusso di denaro. “Penso che i trasferimenti siano un furto”, ha tuonato Platini. “E’ un’opportunita’ per molta gente per fare molti soldi. Oggi un giocatore e’ un prodotto attorno al quale c’e’ un mucchio di gente che cerca di ottenere delle commissioni. La Fifa e noi dovremmo trovare un metodo piu’ sano”, ha aggiunto l’ex numero 10 della Juventus.

 

“I giocatori non sono piu’ liberi. E questo non sta bene”. In concreto, il numero uno dell’Uefa ha proposto una riduzione del periodo per il mercato, che quest’anno si chiude lunedi’. (Adnkronos)

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy